Speciali 6 min

Xbox Game Pass a gennaio è leggermente sfuggito di mano (e va benissimo così)

Dopo aver annunciato la line-up per gennaio, Xbox Game Pass (ma anche PC Game Pass) ha continuato ad aggiungere giochi: facciamo il punto.

Che Microsoft abbia deciso di basare la sua strategia per la nuova generazione sul piazzare Xbox Game Pass (e PC Game Pass, se vogliamo distinguerli), molto più che sul piazzare Xbox Series XXbox Series S, non è un segreto per nessuno. Lo stesso Phil Spencer, a più riprese, ha sempre sottolineato come l’approccio del gigante di Redmond voglia dare a suo modo libertà di scelta all’utente, che può decidere cosa giocare, dove giocarlo e se investire per un dispositivo specifico o approfittare magari del cloud.

Il risultato è che effettivamente anche noi addetti ai lavori di questo settore sentiamo, ogni mese, che i lettori sono impazienti di scoprire quali saranno le novità in arrivo sul servizio. E gennaio è sfuggito di mano – nel senso più positivo del termine – in quanto a proposte per gli abbonati.

Xbox Game Pass è disponibile su PC, Xbox e in cloud

Come discutevamo giovedì sera durante il Q&A sul nostro canale Twitch in compagnia di Domenico, è un’abbondanza che ora come ora lascia i giocatori sereni in attesa di capire come si calendarizzeranno le prossime uscite di casa Microsoft, first-party e no.

L’atteso S.T.A.L.K.E.R. 2 è slittato da da aprile a dicembre e, per il momento, non ci sono altre date fissate con giochi che esordiscano unicamente su piattaforme Xbox, al di là di Starfield atteso per l’11 novembre e di cui abbiamo già parlato nei giorni scorsi.

Attendiamo di scoprire se sarà anche l’anno di Hellblade II, attendiamo di saperne di più su AwovedFable, Perfect Dark e tutti gli altri progetti che stanno cuocendo nella pentola capiente degli Xbox Game Studios. E, nel frattempo, possiamo tenerci occupati con un mese di gennaio decisamente ricco, sul quale facciamo il punto.

La line-up di gennaio così come era stata presentata

Lo scorso 4 gennaio Microsoft aveva annunciato una line-up di gennaio che aveva già dato motivo di sorridere agli appassionati, e che vediamo nel dettaglio punto per punto.

Mass Effect: Legendary Edition

Ha bisogno di poche presentazioni: la trilogia originale del comandante Shepard è stata aggiunta in blocco su Xbox Game Pass, sia per console che per PC – anche se non supportata dal cloud. Se siete rimasti indietro con le sue avventure spaziali, che nel 2021 hanno vissuto questo rifacimento tecnico per potersi proporre anche ai giocatori che se le sono perse a loro tempo, non possiamo che raccomandarvi di indossare la tuta N7 e partire.

La trilogia è più che valida e, soprattutto Mass Effect 2, vi regalerà momenti e personaggi che difficilmente sarete disposti a lasciar andare per passare ad altro, anche quando arriverete all’epilogo dell’avventura ruolistica firmata BioWare.


Outer Wilds

Già proposto in passato all’interno del servizio, Outer Wilds è un titolo di avventura premiatissimo in cui l’esplorazione e il senso di scoperta vi terranno per mano per tutto il viaggio – strutturato in loop di 22 minuti in modo intelligente e intrigante.

Alla sua peculiare struttura di gioco, che rapisce in breve, si unisce una direzione artistica caratteristica e riconoscibile, per un titolo che è una delle più appuntite frecce all’arco del brillante publisher Annapurna Interactive.


Spelunky 2

Dopo lo straordinario successo del primo episodio, Mossmouth ha riproposto avventure in stile rogue anche nel suo Spelunky 2, platform in due dimensioni che ai veterani ricorderà alcuni classici dei tempi andati, che si avvantaggia della generazione casuale dei livelli per offrire sfide praticamente infinite.

E, curiosamente, anche in questo caso abbiamo dei riferimenti a un’ambientazione spaziale, che sembra essere un po’ il filo conduttore del mese.


The Anacrusis

Lanciato fin dal suo day-one su Xbox Game Pass, The Anacrusis è al momento in accesso anticipato ed è uno sparatutto in soggettiva pensato soprattutto per essere giocato in cooperativa. E anche qui, manco a dirlo, vi ritroverete su una nave spaziale ad affrontare orde di nemici agguerriti, in scenari che per la palette sembrano richiamare quelli del recente e premiatissimo Deathloop.

Sarà sicuramente un gioco da seguire nel lungo corso per valutarne l’evoluzione e la crescita, ma che intanto potete giocare in co-op con i vostri amici senza il bisogno di comprare la singola copia per ciascuno di voi.


Embr

Anche in questo caso votato al multiplayer per divertirsi con gli amici, Embr è probabilmente il gioco più sopra le righe del mese. Vi ritroverete infatti chiamati ad affrontare delle sfide tra le più assurde – dal far esplodere cose a spegnere incendi, fino allo spostare malloppi e al consegnare dei pacchi, perché sì.

Caratterizzato da una grafica cartoonesca che sembra quasi richiamare quella di titoli come Overcooked!, il gioco è raccomandato per chi vuole farsi un po’ di sane risate in compagnia, semplicemente.


The Pedestrian

Affascinante l’idea dietro The Pedestrian, un peculiare puzzle game in cui dovete letteralmente guidare un pedone lungo percorsi particolarmente difficoltosi schematizzati in dei cartelloni, per essere certi che arrivi sano e salvo dall’altra parte.

Se il gioco comincia tenendovi per mano, via via avvertirete un forte senso di progressione, mentre spremerete la vostra materia grigia per capire come risolvere tutti i rompicapo che vi saranno proposti.


Gorogoa

Restiamo nel tema dei rompicapo per segnalare la presenza su Game Pass anche di Gorogoa, che a sua volta vi chiede di risolvere alcuni rompicapo – ma lo fa mentre vi racconta anche una storia.

Uno dei lati più interessanti di questo gioco è sicuramente la sua direzione artistica unica, con illustrazioni a mano che vanno dallo stile fumettistico ai colorati mandala. Se sapete che, quando giocate, anche l’occhio vuole la sua parte, qui l’avrà di sicuro.


Olija

La proposta del mese (almeno quella annunciata all’inizio) doveva chiudersi con Olija, titolo in pixel art in due dimensioni in cui vi ritrovate a vivere le avventure di un naufrago conosciuto come Faraday, che sta cercando a tutti i costi di tornare a casa.

Nei percorsi platform che lo attenderanno, però, ci saranno pericoli di ogni genere, scorci inquietanti e amici da salvare.

Ah no, scusate, c’è anche questo

Dopo aver presentato questa proposta per il mese, il 5 gennaio scorso Microsoft ha unito le forze con Ubisoft per aggiungere un “piccolo” asterisco, facendo sapere che anche Tom Clancy’s Rainbow Six: Extraction, il nuovo spin-off cooperativo dello storico franchise di sparatutto tattici, avrebbe debuttato direttamente dal day-one su Xbox Game Pass e PC Game Pass.

Pronto a debuttare il 20 gennaio, il gioco in questo modo strizza l’occhio alla sua natura cooperativa, dal momento che basterà avere l’abbonamento per potersi ritrovare tra le sue mappe e giocare insieme, sconfiggendo i pericoli di cui vi abbiamo già dato conto nelle nostre prime impressioni.

Così, a un nome altisonante come quello di Mass Effect, ecco aggiungersi anche un AAA fin dal suo debutto, come il nuovo Rainbow Six.


Vi ricordate Guacamelee?

Se avete giocato Guacamelee! (ma anche il suo seguito) e non lo avete amato, siete probabilmente delle cattive persone che non dovrebbero essere su SpazioGames, dove vogliamo molto bene ai giochi come Guacamelee!. Se non lo avete giocato, vi state perdendo una piccola grande chicca da cui farete fatica a staccarvi.

Ecco perché quando è stato annunciato, il 6 gennaio, che Nobody Saves the World, il nuovo gioco degli stessi autori, sarebbe arrivato fin dal day-one su Xbox Game Pass, personalmente ho rizzato subito le antenne.

In questo caso, parliamo di un gioco in cui dovete cercare di salvare il mondo (anche se il titolo non promette bene per la riuscita dell’impresa, va detto, ndr), contando anche sulla cooperativa online o facendo da voi, mentre vi servite di meccaniche da action RPG e di assurde trasformazioni che permetteranno di creare la vostra build perfetta.

Il tutto, con una direzione artistica da cui risulterà complicato staccare gli occhi. Ma chi ha giocato Guacamelee! non lo scopre certo oggi.

Buona fortuna, 47

Siccome a quanto pare il mese non era abbastanza vario, a partire dal 20 gennaio, è stato confermato poche ore fa, il cofanetto Hitman Trilogy debutterà direttamente su Xbox Game Pass e PC Game Pass, fin dal suo lancio.

Stiamo parlando di una raccolta che include in un’unica soluzione HitmanHitman 2Hitman 3 (quest’ultimo, uscito solo a gennaio 2021), riassumendo la trilogia del World of Assassination che ha rappresentato l’ottimo nuovo corso dell’Agente 47 e che ha rispolverato le meccaniche da sandbox e da stealth in cui ci si nasconde in piena vista, con ingegno e pianificazione, in modo davvero ottimo.

In caso vogliate approfondire la questione vi rimandiamo alla recensione completa del primo, del secondo e del terzo episodio di questa nuova trilogia, ma la raccomandazione migliore che possiamo fare agli abbonati è di scaricare i tre giochi senza nemmeno stare a pensarci troppo.

Un mese pieno

Va da sé, insomma, che il mese di nuove proposte su Game Pass sia stato particolarmente pieno. Se ora come ora dobbiamo capire quando e come metteremo le mani su nuove esclusive Microsoft, dopo l’ottima chiusura del 2021 a colpi di Forza Horizon 5Halo Infinite, sicuramente il servizio in abbonamento non sta rallentando e si sta impegnando per mantenere attivi gli abbonati che ha conquistato – e per mantenere piene le loro pance, si direbbe.

Vedremo, certo, come il filotto continuerà nel mese di febbraio, considerando che sarà già pienissimo di uscite di per sé, e che marzo è deciso a seguirlo sulla stessa strada.

Se volete avvicinarvi al mondo di Game Pass, in questo momento potete trovare Xbox Series S su Amazon a prezzo ridotto.