IL PUNTO 5 min

God of War Ragnarok: uscita, personaggi e tutto quello che sappiamo

Tutto quello che sappiamo sulle nuove avventure di Kratos e Atreus in God of War Ragnarok.

God of War Ragnarok è da tempo uno dei titoli più attesi dai giocatori di tutto il mondo. In seguito all’enorme successo riscosso nel 2018 dal suo predecessore God of War, Santa Monica Studio ha annunciato il sequel creando un clima di euforia tra i fan della saga.

In attesa dell’ancora lontanissima data di uscita del gioco, facciamo il punto su tutto quello che sappiamo su God of War Ragnarok.

God of War Ragnarok sarà il vero titolo del gioco?

Sì, nel corso di PlayStation Showcase è stato confermato che il titolo definitivo sarà God of War: Ragnarok.

Il teaser e il logo di God of War Ragnarok

Il teaser di God of War Ragnarok è stato mostrato per la prima volta ai giocatori in occasione dello showcase di PS5 del 2020.

 

Il brevissimo video dura meno di un minuto e mostra semplicemente una rivisitazione del classico simbolo di God of War che, proprio come il protagonista della saga, ha subito un vero e proprio restyling nel nuovo ciclo di titoli.

Alcuni utenti di Reddit hanno analizzato il nuovo logo scoprendo alcuni interessanti dettagli. Sebbene il simbolo mantenga la forma dell’Omega caratteristico dei capitoli precedenti, si può chiaramente notare anche il richiamo alla forma di un serpente.

Il Serpente del Mondo è una figura appartenente alla mitologia norrena chiamata anche Jǫrmungandr, e si sosteneva che con la sua lunghezza potesse circondare il mondo intero.

La parte sinistra del logo invece, che dovrebbe rappresentare la coda del serpente, ricorda vagamente una delle famose Lame del Caos di Kratos.

Incise sul logo, troviamo le lettere che compongono la parola «Ragnarok», ovvero, secondo i miti nordici, la battaglia finale tra le forze della luce e quelle dell’ombra, in seguito alla quale il mondo vedrà la sua fine per poi rigenerarsi.

Insomma, i riferimenti alla mitologia norrena si sprecano e il nuovo logo racchiude al suo interno tanti piccoli indizi sulla trama della prossima avventura.

La trama e il gameplay di God of War Ragnarok

La saga di God of War sembra volersi concentrare sempre di più sul tema della paternità e sul rapporto tra Kratos e suo figlio Atreus. Il gioco sarà ambientato qualche anno dopo il primo e vedrà Kratos alle prese con i Nove Regni norreni, dove farà degli incontri decisamente importanti: nel trailer dello Showcase 2021, infatti, lo abbiamo visto a tu per tu con Thor.

Ovviamente, come suggerito dal presunto titolo del gioco e da altri elementi emersi dal teaser, gran parte della trama si concentrerà sulla mitologia norrena. È stato anticipato che dovremo confrontarci soprattutto con Thor e Freya e che ci saranno nuove rune e abilità da usare, per Kratos.

 

A confermarlo, alcuni eventi fondamentali accaduti nel capitolo precedente, sui quali non ci soffermeremo per evitare di fare spoiler a chi non ci ha ancora giocato.

Come già detto, il nome Ragnarok si riferisce proprio alla guerra tra le forze della luce e quelle dell’oscurità, in seguito alla quale il mondo verrà distrutto e poi rigenerato.

Nel prossimo capitolo scopriremo quindi che ruolo avranno Kratos e suo figlio in questa terribile guerra, e verrà sicuramente approfondita la storia di Atreus e del suo potere. Possiamo anche presumere con abbastanza certezze che il personaggio di Freya avrà un ruolo fondamentale nella trama di God of War Ragnarok.

Atreus sarà un personaggio giocabile in Ragnarok?

Nel capitolo precedente della saga il personaggio di Atreus è diventato sempre più importante ai fini della storia.

Per questo motivo, i fan di God of War hanno iniziato a domandarsi se il carismatico ragazzino potrà mai diventare un personaggio giocabile in uno dei prossimi titoli, riferendosi soprattutto a God of War Ragnarok.

Nonostante al momento non si abbia ancora una risposta certa al riguardo, il concept artist di Santa Monica Studio Samuel Matthews ha recentemente parlato di quest’eventualità nel podcast di The God of War.

Secondo Matthews, The Last of Us ha avuto una forte influenza sullo sviluppo di God of War 2018, e sarebbe diventato una vera e propria fonte di ispirazione anche per i capitoli successivi.

Visto che il rapporto tra Joel e Ellie di The Last of Us ha avuto un fortissimo impatto emotivo sui giocatori di tutto il mondo, avrebbe senso offrire ai giocatori la possibilità di vestire i panni di Atreus che nell’ultimo gioco riveste un ruolo sempre più importante.

Artwork pre-release

Lo scorso maggio il director di God of War Ragnarok ha impostato come immagine di copertina del suo profilo Twitter un artwork molto particolare che ha letteralmente scatenato la fantasia dei fan.

La misteriosa immagine sembra infatti racchiudere al suo interno svariati indizi riguardo al titolo in uscita.

L’immagine raffigura tanti personaggi della saga, tra cui ovviamente Kratos e Atreus, seduti a lunga una tavolata imbandita. Sui calici sono chiaramente visibili alcuni simboli runici, il cui significato è ancora purtroppo sconosciuto.

Vicino al camino sarebbero anche visibili altri simboli runici che recitano le stesse parole del teaser, ovvero «Ragnarok sta arrivando». Alcuni utenti di Reddit hanno notato l’ombra di una figura misteriosa che potrebbe ricordare vagamente il dio norreno Thor.

Sullo sfondo è inoltre visibile quello che sembra Hildisvíni, il gigantesco cinghiale magico cavalcato da Freya nella mitologia.

L’artwork definitivo presentato a PlayStation Showcase 2021 mostra invece Kratos e Atreus alle prese con il gelo del Ragnarok. Potete vederlo di seguito.

Su che piattaforme sarà disponibile God of War Ragnarok?

Sony aveva già confermato con un post su PlayStation Blog che God of War Ragnarok sarebbe stato ufficialmente un titolo cross-gen.

L’attesissimo sequel di God of War del 2018 verrà fatti reso disponibile sia su PS5 che su PS4. Per fare l’upgrade da PS4 a PS5 sarà necessario pagare 9,99€.

A conferma dell’annuncio, una recente dichiarazione di Hermen Hulst ha rivelato i motivi dietro a questa scelta:

«Qualora abbia senso sviluppare un titolo sia per PS4 che per PS5 – per Horizon Forbidden West, il prossimo God of War, GT7continueremo a prendere in considerazione l’idea. E se i possessori di PS4 vorranno giocare a quel determinato gioco, allora potranno farlo. Se invece vorranno aspettare e giocare alla versione PS5, quel gioco sarà lì ad attenderli».

Con queste dichiarazioni, il nuovo capo di Sony Worldwide Studios ha spiegato le motivazioni dietro alla scelta di God of War Ragnarok come titolo cross-gen.

Data di uscita

La data di uscita del nuovo God of War era stata fissata inizialmente per l’anno 2021.

Purtroppo, un recente annuncio di Santa Monica Studio ha confermato il rinvio ufficiale del gioco al 2022.

La notizia dell’uscita posticipata di God of War Ragnarok è stata annunciata su Twitter dalla stessa software house:

«Dall’uscita del nostro teaser di God of War lo scorso anno, siamo rimasti stupiti da quanto amore ci ha dimostrato la nostra community. Siamo incredibilmente grati per l’entusiasmo di così tante persone all’idea di provare il prossimo capitolo del viaggio di Kratos e Atreus. Il nostro obiettivo è fornirvi un gioco di qualità tutelando al tempo stesso la sicurezza e la salute del nostro team, dei partner creativi e delle famiglie. Con questo in mente, abbiamo preso la decisione di spostare la nostra finestra di lancio al 2022».

L’annuncio si conclude con un’interessante dichiarazione della software house, in cui i membri del team si dichiarano fieri del lavoro svolto fino ad ora e ansiosi di mostrarlo ai giocatori.

La release ufficiale del gioco è ancora lontana, ma con queste premesse non possiamo che aspettarci un titolo di qualità e ricco di sorprese.

Non avete ancora giocato a God of War 2018 su PS4? Potete acquistarlo su Amazon a un prezzo scontatissimo.