News 2 min

Switch Pro è davvero in sviluppo? Nuovi brevetti “anticipano” il 4K

Nintendo starebbe lavorando a una propria versione del DLSS di Nvidia.

Sembrava ormai essersi persa ogni speranza di vedere Nintendo Switch Pro, la tanto chiacchierata versione migliorata della console ibrida della casa di Kyoto, ma le ultime indiscrezioni hanno riacceso il dibattito e l’interesse dei fan.

Un nuovo rapporto di Bloomberg aveva infatti ribadito come l’uscita della nuova versione Nintendo Switch, con output in 4K, sarebbe stata semplicemente posticipata: oggi sono però emerse delle richieste per nuovi brevetti che sembrerebbero confermare imminenti novità in arrivo.

Nintendo aveva reagito sottolineando che il rapporto in questione fosse falso, anche se Bloomberg ha insistito molto sul fatto che il publisher si sia rifiutato di entrare nei dettagli su quali parti sarebbero inesatte.

Non si è trattata nemmeno della prima volta che l’azienda è stata costretta a fare chiarezza dopo gli insistenti rumor: già a luglio aveva specificato che non sarebbe uscito un nuovo modello dopo OLED.

 

Come segnalato dagli utenti del forum Resetera, nelle ultime ore sono emerse richieste per brevetti legate ad un possibile upscaling della risoluzione, confermando effettivamente che la casa di Kyoto potrebbe essere già al lavoro su una nuova console.

La richiesta era stata mandata il 25 marzo 2020, ma è stata resa disponibile al pubblico soltanto ora: la tecnologia riguarderebbe la possibilità di fare upscaling di immagini fino ad arrivare sia al 4K che ad una risoluzione 8K.

Il funzionamento sarebbe molto simile al DLSS, una tecnologia che anch’essa era stata protagonista dei primi rumor riguardanti un modello Pro di Nintendo Switch: nel brevetto viene infatti fatta menzione proprio dei Tensor Core di Nvidia come vero e proprio esempio.

I giochi implementerebbero l’upscaling nativamente, lasciando Nintendo libera di continuare ad addestrare l’intelligenza artificiale e distribuirne i relativi aggiornamenti in futuro, continuando a migliorare potenzialmente la resa visiva dei prodotti.

La domanda di brevetto non sarebbe stata attualmente approvata, ma allo stesso tempo non è stata nemmeno abbandonata dalla casa di Kyoto: il solo fatto che Nintendo stia lavorando a tale tecnologia potrebbe essere un forte indizio per il futuro della console ibrida.

Nel caso siate curiosi di scoprire nel dettaglio il funzionamento di questa tecnologia in lavorazione, al seguente indirizzo potrete consultare la richiesta di brevetto resa pubblica soltanto in queste ore.

In precedenza, Bloomberg aveva evidenziato che Switch Pro avrebbe supportato proprio il DLSS: questi brevetti confermerebbero dunque l’interesse di Nintendo per tale tecnologia.

L’annuncio di Switch OLED, nonostante le smentite di rito, è sembrato a molti come un possibile modello intermedio: secondo le previsioni di un analista, il modello Pro uscirebbe dunque nel 2022.

Resta comunque aperta l’ipotesi che la casa di Kyoto possa anche decidere di non fare uscire affatto un modello Pro: in fondo, le vendite di Nintendo Switch sono ancora incredibilmente soddisfacenti.

Se siete maggiormente interessati al gaming in portabilità, potete prendere in considerazione l’acquisto di Nintendo Switch Lite, disponibile a un prezzo imperdibile su Amazon.