News 2 min

Switch OLED, una patch introdurrà il 4K? Il dock nasconde un segreto

Il nuovo dock di Switch OLED include un chip in grado di trasmettere un output in 4K.

Gli utenti che speravano nell’introduzione di una risoluzione 4K nel modello OLED di Nintendo Switch saranno certamente rimasti delusi dall’annuncio della casa di Kyoto.

Per chiunque desiderasse fare l’upgrade di Nintendo Switch, gli utenti hanno fatto una interessante scoperta relativa al nuovo dock incluso con il modello OLED: sembra infatti che potenzialmente sia in grado di supportare un vero e proprio output in risoluzione 4K.

La console ha infatti introdotto diverse novità nascoste: una di queste potrebbe aver permesso di dire addio al fastidioso Joy-Con Drift, dato che sono stati inclusi gli ultimi controller più aggiornati.

Switch OLED ha inoltre incluso una pellicola protettiva per proteggere lo schermo, che non va assolutamente rimossa per evitare potenziali problemi.

https://www.youtube.com/watch?v=Ll05T7V8Y-M

 

L’utente Twitter KawlunDram ha deciso dunque di indagare sul nuovo dock di Switch OLED: aprendolo ha scoperto che è stato incluso un particolare chip che è in grado di trasmettere le immagini con un output in risoluzione 4K (via Wccftech).

Ovviamente, la presenza del chip non è sufficiente a garantire che possa esserci un vero e proprio upgrade, ma l’utente ricorda che proprio il nuovo dock ha anche la possibilità di eseguire degli aggiornamenti firmware: una funzionalità che ricordiamo essere assente dagli altri modelli della console Nintendo Switch.

Ricordando dunque che uno degli ultimi aggiornamenti ha finalmente introdotto il supporto ai dispositivi Bluetooth, l’utente sembra pienamente convinto che una situazione simile possa accadere anche su Switch OLED per la nuova risoluzione.

A meno che non ci siano degli inspiegabili limiti hardware che impedirebbero alla console di raggiungere fisicamente questa risoluzione, una patch futura potrebbe dunque sbloccare l’output in 4K.

Proprio il nuovo dock presenta anche una porta HDMI 2.0, necessaria per accedere a tale risoluzione, oltre ad includere un cavo in grado di gestire adeguatamente il 4K HDR a 60fps.

Potrebbe esserci comunque l’ipotesi che tale aggiornamento sia stato fatto semplicemente per tenere aperta la porta ad un possibile modello più performante della console, come la tanto chiacchierata Switch Pro.

Naturalmente Nintendo non ha fatto alcun commento al riguardo, né è chiaro se questa ipotetica patch possa mai arrivare nel futuro di Switch OLED: ovviamente vi terremo prontamente aggiornati sulle nostre pagine con tutte le ultime novità.

La prima console portatile a introdurre l’OLED è stata PS Vita, la sfortunata console di Sony: un confronto ha svelato quale tra le due piattaforme ha lo schermo migliore.

Se siete curiosi di scoprirne di più sulla nuova console, sulle nostre pagine potete trovare la dettagliata recensione di Nintendo Switch OLED.

Se comunque non fosse sufficiente nel guidarvi all’acquisto della console ibrida Nintendo, potete anche consultare la nostra guida ai diversi modelli di Switch.

Se siete maggiormente interessati al gaming in portabilità, su Amazon potete trovare anche Nintendo Switch Lite a un prezzo imperdibile.