News 2 min

Resident Evil, Capcom svela: un personaggio è gay (ed è la prima volta)

Tyrone Henry è il primo protagonista gay di Resident Evil.

In occasione del Pride Month, il mese dedicato alla celebrazione dell’orgoglio gay, gli autori di Resident Evil hanno appena confermato che per la prima volta nella serie esiste un protagonista omosessuale.

Si tratta di Tyrone Henry, uno dei sopravvissuti utilizzabili su Resident Evil Resistance, la modalità multiplayer inclusa all’interno del remake di Resident Evil 3.

Anche se Resident Evil Resistance non è un episodio canonico della serie, come venne sottolineato dallo storico producer della serie, è stata l’opportunità di poter introdurre per la prima volta un protagonista gay all’interno del franchise.

La modalità ci permetteva di controllare diversi personaggi con inclinazioni e talenti diversi: come evidenziavamo nella nostra recensione, Tyrone è il tank del gruppo e, di conseguenza, quello più resistente.

Tyrone Henry di Resident Evil Resistance è il primo protagonista gay della serie.

Come riportato da Game Rant, il game director di Resistance, Al Yang, ha sottolineato sul suo profilo Twitter che il personaggio è sempre stato inteso come appartenente alla comunità LGBTQ, seppur i giocatori stiano avendo l’opportunità di apprenderlo solo un anno dopo il lancio del titolo.

Lo stesso Al Yang ha ammesso che per un giocatore comune sarebbe stato impossibile capirlo, dato che l’obiettivo era realizzare questo personaggio senza fare in modo che la sua sessualità fosse il punto centrale del suo background narrativo.

Il fatto che si trattasse della semplice modalità multiplayer inclusa su Resident Evil 3 ha inoltre impedito al team di fare un certo tipo di meta-narrazione, come invece altri giochi si sono potuti permettere:

«L’obiettivo era scrivere Tyrone senza rendere il fatto che fosse gay l’unica base per il suo personaggio.

La natura dei giochi che sono solamente PVP a volte rende rivelare questo genere di informazioni abbastanza brusco».

Il personaggio di Tyrone è dunque sempre stato inteso come omosessuale nelle idee degli autori, ma il tipo di gioco che è stato realizzato ha reso complicato rivelare quest’informazione senza che potesse apparire come una forzatura: un fattore che il team ha voluto fortemente evitare.

Per questo motivo Al Yang ha deciso di approfittare del Pride Month come il momento ideale per chiarire che anche Resident Evil, per la prima volta nella sua storia, ha incluso un protagonista gay nella serie.

L’ultimo capitolo della serie, Resident Evil Village, è stato un successo e potrebbe ricevere una quantità notevole di contenuti aggiuntivi.

Gli autori hanno inoltre rivelato che fino a pochi mesi prima del lancio erano presenti molti più combattimenti, salvo aver poi preso la decisione di ribilanciare il tutto.

Nonostante il successo ottenuto, la scorsa settimana è stato battuto da un’esclusiva sorprendente per Nintendo Switch.

Se volete recuperare l’ultimo, bellissimo, capitolo della saga, potete acquistare Resident Evil Village in offerta su Amazon Italia.