News 2 min

PS5, “improbabile” un aumento delle scorte entro l’anno

Il colosso nipponico ha tutte le intenzioni di aumentare le scorte, ma non è sicuro di riuscirci

Malgrado le difficoltà riscontrate dagli utenti nel tentativo di aggiudicarsi una PS5, le vendite continuano ad attestarsi su livelli decisamente rilevanti, in grado di infrangere più di un record.

Grazie ai dati finanziari resi pubblici da Sony nella giornata di ieri, sappiamo che la console next-gen ha già superato le vendite di PS4, nonostante i problemi di fabbricazione (vedi carenza di semiconduttori) e distribuzione riscontrati a livello globale.

Nel tentativo di allontanare il rischio di una crisi produttiva che investa anche buona parte del 2022, Sony ha chiesto una mano ai fornitori per incrementare la produzione ed evitare di lasciare troppi utenti privi della tanto ambita console.

Nonostante l’impegno e la buona volontà, sembra che le cose non siano destinate a cambiare nell’immediato: stando alle parole di Hiroki Totoki, CFO di Sony, sembra infatti che un aumento delle scorte nel corso dell’anno sia «improbabile» (via VGC).

In un discorso agli investitori, il chief financial officer ha dichiarato che il platform owner sarebbe attualmente al lavoro su più fronti nel tentativo di trovare una soluzione all’annoso problema della disponibilità, che ha tormentato PS5 fin dal lancio.

Tra le opzioni prese in considerazione c’è quella di modificare il design dell’hardware, con l’eventualità di fare affidamento sui fornitori minori (dopo aver chiesto una mano a quelli maggiori), nel tentativo di mantenere una produzione costante nel tempo.

Queste le parole di Totoki, che ha inoltre espresso la volontà di continuare a superare i numeri di PS4 anche in futuro:

«Il nostro obiettivo è quello di aumentare il volume delle vendite rispetto a quello realizzato da PS4 nel secondo anno di vita.

Ma riusciremo davvero ad aumentare le scorte? No, è davvero improbabile.

C’è il problema della carenza di semiconduttori, ma non si tratta dell’unico fattore rilevante per il volume produttivo di PS5.

Per battere PS4 nel secondo anno di vita, dobbiamo superare le 14.8 milioni di unità».

Insomma, Sony è in una fase di revisione della strategia produttiva di PS5 e sta valutando le opzioni su più fronti per lasciarsi alle spalle l’annoso problema che continua a tormentare la console next-gen.

Il colosso nipponico ha tutto l’interesse per risolvere la crisi: solo due settimane fa la console ha segnato un nuovo record per quanto riguarda velocità e incassi sul territorio degli Stati Uniti, lanciando un chiaro segnale per quanto riguarda l’interesse del mercato.

Il mercato delle console next-gen fa parlare di sé anche per quanto riguarda Microsoft: Xbox Series X è infatti la responsabile di un aumento del ricavato pari al 34% per il colosso di Redmond con cifre di 15 miliardi di dollari incassate dal settore gaming.

Tra la fortunata fetta di utenza che è già riuscita a portare a casa un esemplare dell’ambita PS5, c’è chi ha espresso il suo parere su quale feature vorrebbe vedere introdotta nel prossimo futuro.

Vi ricordiamo che da ieri Sony ha reso disponibile l’aggiornamento firmware 21.01-03.10.00 che ha l’obiettivo di migliorare le prestazioni del sistema.

Se volete recuperare dei titoli mancanti nella vostra collezione digitale, potete valutare l’acquisto di una ricarica per il PlayStation Store su Amazon.