News 2 min

Nier Automata, la serie anime “cambierà delle cose”, c’è lo zampino di Yoko Taro

Anche Nier Automata avrà la sua serie anime, che sarà curata da Yoko Taro che ha dichiarato che sarà diversa dal videogioco.

Nier Automata è stato un titolo molto apprezzato, e proprio per questo non poteva mancare la serie anime dedicata, come ogni videogioco di successo che si rispetti.

L’avventura dell’eclettico Yoko Taro, che trovate anche su PS4 tramite Amazon, farà il suo trionfale ritorno anche sugli schermi di tutto il mondo con uno show animato.

Un processo ormai molto utilizzato nel mondo dell’intrattenimento, anche perché riesce a spingere le vendite dei prodotti originali per i motivi più disparati.

E visto l’amore dei fan per Nier Automata (a volte eccessivo, va detto), la serie anime potrebbe essere un prodotto molto atteso.

Annunciata ben sette mesi fa, sarà un adattamento del videogioco anche se, come riporta PC Gamer, Yoko Taro ci ha messo ovviamente il suo zampino.

L’anime, che si chiamerà Nier Automata Ver 1.1a, è diretto da Ryoji Masuyama e vedrà la luce a gennaio 2023.

In occasione dell’Aniplex Online Fest è stato presentato un video di otto minuti in cui si vede un brevissimo trailer della storia, così come una discussione tra i doppiatori dell’anime e Yoko Taro in persona.

Intanto, ecco il trailer:

Per l’occasione, Yoko Taro ha spiegato il perché di questo strano titolo, e quindi perché non è stato chiamato semplicemente “Nier Automata” il nuovo anime.

Perché sarà una storia diversa, a quanto pare:

«Il titolo dell’anime ha l’affisso ‘Ver 1.1a’ perché il titolo “NieR:Automata” era una storia che abbiamo creato per essere un gioco, quindi copiarlo così com’è non renderebbe una storia interessante per un anime. Quindi ho sollevato l’idea di cambiare le cose

Masuyama ha minimizzato la questione, affermando che i cambiamenti sono stati non troppo invadenti visto che i filmati di Nier Automata sono già molto belli di loro, e lo scopo dell’anime è valorizzarli e andare a collegare con altri elementi mancanti nel titolo originale.

Yoko Taro ha aggiunto, tra uno scherzo e l’altro, la sua speranza riguardo i fan del suo videogioco:

«Vedo spesso fan preoccupati dal fatto che i creatori stiano attraversando il loro processo creativo con un completo disprezzo per il gioco originale. Ma in questo caso, quelle preoccupazioni non hanno fondamento. Il fatto che la parte anime, a cominciare dal regista, abbia davvero rispettato il gioco mi ha colpito. E io sono quello che va in giro e rompe le cose per loro, quindi se qualcuno è insoddisfatto, è probabile che sia colpa mia.»

Non vediamo l’ora di poter vedere il lavoro fatto dal regista, mentre anche i giocatori Nintendo Switch possono scoprire la bellezza del titolo.

A proposito di anime, ci sono due altri videogiochi che avranno il loro adattamento dedicato: Genshin Impact e addirittura Onimusha, una vera sorpresa.