Il meglio fuori casa – Marzo 2020

Quarantena non te temo

Rubrica
A cura di Gianluca Arena - 31 Marzo 2020 - 10:31

Dead or School, Langrisser I-II, Katana Kami, Alder’s Blood: questi sono solo alcuni degli interessanti titoli indipendenti che, vista l’abbondanza che ha contraddistinto il mese di marzo, siamo stati costretti a lasciare fuori dalla nostra top four: vi invitiamo comunque a leggerne le recensioni e dar loro una possibilità, perché sono tutti meritevoli di attenzione, in modi diversi.

Quelli che abbiamo scelto, in compenso, sono tutti titoli che hanno saputi meritarsi votazioni dall’otto in su, quindi buona lettura!

Animal Crossing New Horizons

Dopo anni di attesa, era impossibile non iniziare la nostra rassegna con Animal Crossing New Horizons, miglior episodio della serie fin qui nonché una delle migliori esclusive per la macchina Nintendo nei suoi tre anni di vita.

Il meglio fuori casa – Marzo 2020

Dalla dettagliata ed appassionata recensione del nostro Nicolò si evince come Nintendo abbia ripreso tutte le caratteristiche che hanno reso la serie così amata e le abbia riproposte e rafforzate, offrendo maggiore libertà ai giocatori, un sacco di nuove attività da portare avanti quotidianamente e un comparto tecnico che sfrutta fino in fondo la maggiore potenza messa a disposizione da Switch rispetto a 3DS.

Un inedito (e discretamente profondo) sistema di crafting, la nuova valuta rappresentata dalle miglia di Tom Nook (lo strozzino non poteva mancare!), un maggiore livello di personalizzazione degli oggetti costruiti e delle case sono solamente alcune delle feature introdotte in questo nuovo episodio, con il quale, ancora più che in passato, è possibile spendere centinaia di ore.

E preparatevi ai consueti eventi stagionali: il primo in ordine di tempo sarà quello pasquale!
Proprio in questi tempi grami, tra quarantene e soggiorni obbligati tra le quattro mura domestiche, non c’è niente di meglio che prendere un aereo e trasferirsi nel mondo di Animal Crossing New Horizons.

Metro Redux

Sì, lo sappiamo, sono giochi che hanno sei anni sul groppone e che, probabilmente, molti dei nostri lettori avranno già avuto modo di giocare su PC, Xbox One o PS4.
Nondimeno, Metro Redux per Nintendo Switch rappresenta non solo uno dei migliori port mai realizzati per la console ibrida di mamma Nintendo, ma anche, probabilmente, la maniera migliore di giocare ai due titoli compresi nella raccolta.

Il meglio fuori casa – Marzo 2020

Questo perché, al netto di un inevitabile (ma affatto drammatico) downgrade grafico, le atmosfere opprimenti e l’angoscia che serpeggia nei bui vicoli della metropolitana di Mosca rendono alla grande sullo schermo di Switch, e, accoppiati ad un buon paio di auricolari, immergono il giocatore nel mondo immaginato da Glukhovsky come in nessuna delle precedenti versioni del titolo, che pure mostravano i muscoli a livello tecnico.

Se non avete mai avuto modo di cimentarvi con i due giochi di 4A Games questa è davvero un’occasione da non farvi sfuggire, ma non ci sembra peregrino consigliare anche a chi si imbarcasse in una seconda run questi titoli, giocati magari a letto o in qualsiasi altro angolo buio della casa, proprio come abbiamo fatto noi con la “scusa” della recensione.
Come ci siamo augurati anche in sede di recensione, la speranza è che tutti i futuri port per la console della grande N mantengano questo livello qualitativo.

Two Point Hospital

Erede spirituale del mai dimenticato Theme Hospital, Two Point Hospital sbarca anche su Switch e porta ovunque la sua dose di umorismo, gestione strategica… e tremenda attualità, ahinoi.

Il meglio fuori casa – Marzo 2020

Come evidenziato dalla nostra Stefania in sede di recensione, la versione per la piccola di casa Nintendo è ben ottimizzata e adattata, tra controlli precisi che non fanno sentire la mancanza di mouse e tastiera ed entrambi i contenuti scaricabili rilasciati post-lancio su PC.

A breve saranno disponibili anche la modalità Sandbox e la Superbug Initiative, che il team di sviluppo rilascerà con una patch gratuita, così da allineare totalmente questa versione a quella vista su personal computer.

Il livello di sfida tarato verso il basso, la gestione sempre spiritosa e leggera anche delle emergenze all’apparenza più gravi e la buona profondità gestionale ne fanno un prodotto adatto non solamente agli appassionati di strategia, ma anche a tutti coloro che intendano approcciarsi al genere ma non hanno conoscenze pregresse.

Il meglio fuori casa – Marzo 2020

La natura stessa del prodotto, peraltro, favorisce una fruizione portatile e sessioni di gioco anche molto brevi, e si adatta quindi magnificamente ai ritmi e allo stile di Nintendo Switch.
Insomma, se sognate di fare i medici (o meglio, i dirigenti sanitari) da quando avete memoria, avete trovato pane per i vostri denti.

La Mulana 1 & 2

Anche nel caso di La Mulana 1 & 2, come per Metro Redux, pur non parlando di titoli inediti, abbiamo a che fare con l’eccellenza: lì nel campo dei first person shooter con una forte componente narrativa, qui dei metroidvania vecchia scuola, con un livello di difficoltà ed una longevità da non sottovalutare.

I due titoli Nigoro, che per l’occasione vengono venduti sia in digitale sia in una splendida edizione fisica da collezione, tornano con tutto il loro carico di enigmi incomprensibili, nemici piazzati nei punti meno opportuni e fasi platform che vi faranno sputare sangue.

Il meglio fuori casa – Marzo 2020

Dopo l’enorme successo del remake del primo titolo, datato 2012, e il bis del secondo capitolo, finanziato via Kickstarter due anni or sono, era inevitabile che i due titoli giungessero anche su Switch, anche perché la loro estetica curata ma in qualche modo lo-fi si adatta benissimo allo schermo della console.

Pur offrendo tanto in termini di divertimento e di mole contenutistica, però, entrambi i titoli (soprattutto il primo, stando alla recensione del nostro Francesco) non sono adatti ad un pubblico di primo pelo, complici meccaniche trial and error abbastanza diffuse, un livello di sfida affatto trascurabile e la presenza di una mappa tentacolare, spesso imperscrutabile senza l’aiuto di una mappa o di una guida.

Il meglio fuori casa – Marzo 2020

Eppure, a coloro i quali dovessero tenere duro, si spalancheranno due mondi pieni di ostacoli, sfide e boss di un’altra epoca videoludica, al prezzo di un titolo indie. Niente male, insomma, soprattutto qualora cercaste i progenitori di titoli moderni come Hollow Knight e il recentissimo Ori and the Will of the Wisps.

Al termine di un mese ricco di uscite di qualità, abbiamo da offrirvi solo l’imbarazzo della scelta: se Animal Crossing New Horizons sembra un acquisto di quelli da fare senza pensarci nemmeno troppo, grazie alle aggiunte e alle rifiniture di Nintendo, chi si fosse perso Metro Redux o La Mulana 1 & 2 sulle altre piattaforme negli anni scorsi non avrebbe più scuse grazie all’ottimo lavoro di porting operato tanto da 4A Games quanto da Nigoro.

Chiude la nostra selezione l’ottimo porting di Two Point Hospital, che porta la sua dose di buonumore e di strategia anche in versione portatile, permettendo a tutti gli utenti Nintendo di godersi uno dei migliori strategici usciti durante lo scorso anno. Abbiamo anche segnalato ulteriori quattro titoli in fase di introduzione: davvero un’abbondanza incredibile, che tornerà utile in questi tempi difficili.

Al prossimo mese!




TAG: il meglio fuori casa