News 2 min

Death Stranding ha contenuti tagliati ma non saranno nella Director’s Cut

Cosa ci siamo persi in Death Stranding?

Death Stranding sta tornando, per così dire, con una versione riveduta ed ampliata dell’opera originale di Hideo Kojima, con dei contenuti inediti che, a quanto pare, non saranno proprio tutti.

Il discusso titolo di Kojima è una di quelle produzioni di cui si discute sempre per un motivo per un altro e, nel bene o nel male, quello di Death Stranding è un nome che sentiremo a lungo.

Almeno i giocatori si sono appassionati in maniera feroce all’opera, tant’è che ancora oggi trovano segreti e curiosità, addirittura all’interno delle boss fight.

E fioccano anche omaggi, ispirazioni o easter egg dedicati ai videogiochi, come quello che ricorda un’altra grande esclusiva PlayStation che di recente ha avuto un aggiornamento.

 

E mentre la versione aggiornata di Death Stranding sta per arrivare sulle nostre PS5, Hideo Kojima continua a stuzzicare i fan su Twitter con dichiarazioni interessanti.

Il designer nipponico ha infatti dichiarato su Twitter che, nello sviluppo di Death Stranding, erano state create nuove collaborazioni che alla fine sono state annullate.

Oltre alla celeberrima, famigerata e memata collaborazione con Monster Energy in ambito pubblicitario, Death Stranding si è avvalso di varie collaborazioni.

Per quanto riguarda la colonna sonora, ma anche i volti noti che si sono prestati a fare da prepper come Geoff Keighley o Conan O’Brien, e tante altre ancora.

Come Kojima lascia intuire nel suo tweet, alla fine le suddette collaborazioni sono state tagliate dalla versione finale del gioco, e non saranno neanche nella Director’s Cut in arrivo.

Sotto al tweet originale i fan si sono ovviamente subito lasciati andare in illazioni che riguardano Silent Hill, o addirittura il Silent Hills con Norman Reedus, non disdegnando qualche frecciatina a Konami per la gestione di Metal Gear Solid, che non guastano mai.

L’attore protagonista del gioco ha di recente parlato di un eventuale sequel di Death Stranding, lasciando intendere che un sequel dell’opera sia attualmente in trattativa.

Per quanto riguarda la Director’s Cut, invece, sarà disponibile un upgrade per chi possedeva il gioco già su PS4. Per sapere come ottenerla vi consigliamo di prendere nota della procedura.

Un versione che sta facendo già discutere, e lo farà anche in seguito, per via del modo in cui è stata concepita. Una Director’s Cut che deve piacere per forza a tutti, e che a noi non ha convinto granché finora.

Pronti a scoprire cosa c’è di nuovo in Death Stranding Director’s Cut? Prenotate la vostra copia per PS5 su Amazon!