News 2 min

Bloodborne, generatore di leak “smentisce” remaster e sequel

Il generatore di leak di Bloodborne serve a smentire i rumor su sequel e remaster.

La community sta chiedendo da tempo un possibile remaster o sequel di Bloodborne, al momento rimasto confinato esclusivamente nella versione PlayStation 4.

Bloodborne è sicuramente uno dei titoli più apprezzati di FromSoftware e che i fan vorrebbero vedere tornare il prima possibile: negli ultimi mesi online si sono diffusi talmente tanti rumor al punto che un fan è riuscito a costruire un vero e proprio generatore di leak.

Il successo di questo capolavoro è stato tale da aver spinto anche un altro team di sviluppo importante ad augurarsi che il loro titolo possa raccoglierne in qualche modo l’eredità.

Nonostante non esista ancora una versione PC, è possibile giocarci attraverso il servizio in abbonamento PlayStation Now: il fatto che si tratta del titolo più giocato dimostra quanto i fan siano in attesa di una release ufficiale.

 

Probabilmente è anche per questo motivo che tantissimi presunti insider hanno provato a cavalcare la popolarità, provando a fare le loro predizioni su una versione remastered di Bloodborne o una release vera e propria su PC.

Come riportato da Game Rant, sono uscite davvero così tante voci su un sequel o un remastered che un utente è riuscito a creare un vero e proprio generatore di leak.

Grazie al generatore, basterà inserire il nostro soprannome per diventare anche noi degli «affidabili» insider, pronti a diffondere leak riguardanti una nuova release di Bloodborne.

Per esempio, utilizzando il generatore, potremo essere in grado di dichiarare che una nuova versione del titolo uscirà anche su Nintendo Switch il prossimo anno e che girerà a 60fps e ray tracing.

Lo strumento è stato realizzato dall’utente Twitter isbbonpc e riesce a semplificare in maniera divertente quanti rumor si sono diffusi ultimamente, salvo poi rivelarsi non veritieri e privi di fondamento.

Il generatore serve anche ad avvertire gli utenti che leggono queste voci di corridoio, suggerendo che è meglio non fidarsi di tutto quello che si legge in rete in attesa di notizie ufficiali, servendo anche a smentirle contemporaneamente: se le ritrovate nel generatore, è molto probabile che non siano informazioni reali.

Bisogna però evidenziare che i fan hanno chiesto da tantissimo tempo a FromSoftware di aggiornare il titolo con una patch che sblocchi il frame rate: dato che non è mai arrivata, un modder ha deciso di realizzarla da solo con risultati impressionanti.

Un sequel di Bloodborne non è mai stato annunciato, ma un appassionato ha deciso di provare ad immaginare lui stesso quale sarebbe il risultato finale.

Le ambientazioni sono riuscite ad immergere talmente tanto un fan da essere riuscito a scoprire una location misteriosa solo dopo 800 ore di gioco.

Se avete amato Bloodborne, potreste voler recuperare anche Demon’s Souls PS5, il remake esclusivo attualmente in offerta su Amazon Italia.