News 2 min

Bethesda saluta PlayStation: “faremo giochi migliori”

Todd Howard spiega perché l'addio a Sony non è un dramma

All’E3 2021 si è celebrata la separazione tra Bethesda Game Studios e PlayStation, in seguito all’acquisizione dell’intera ZeniMax da parte di Microsoft.

Starfield, lo Skyrim nelle stelle della software house capitanata da Todd Howard, sarà infatti disponibile solo sulle piattaforme servite da Xbox Game Pass.

La notizia è arrivata come parte dell’Xbox & Bethesda Games Showcase lo scorso 13 giugno, alla fine di un lungo teaser trailer.

L’RPG next-gen ha anche ricevuto una serie di particolari molto importanti nell’economia del gameplay e della storia, di cui vi abbiamo parlato nella nostra anteprima di Starfield.

Ai microfoni del Telegraph, Howard – director di Starfield e boss di Bethesda Game Studios – ha commentato l’addio alle piattaforme PlayStation che si consumerà dal 2022.

«Non vuoi mai lasciare della gente fuori, giusto? Ma, alla fine, la tua possibilità di concentrarti e dire, questo è il gioco che voglio fare, queste sono le piattaforme su cui voglio farlo, e poter davvero appoggiarti a quelle renderà il nostro un prodotto migliore», è stato il suo commento.

«Concentrandoti su quelle piattaforme, puoi davvero focalizzarti sul renderlo il migliore che possa essere per quei sistemi.

E crediamo molto in tutte le strade che Xbox e Microsoft stanno seguendo per portare i giochi a più persone.

Che sia l’integrazione con il PC, che è enorme per noi, lo streaming sul cloud e tutte queste cose.

Quindi penso che sia una questione di visione a lungo termine. E noi crediamo che queste cose sono fondamentalmente molto buone.

Quindi vediamo che apriranno di più, di più e di più, in modo che la possibilità della gente di giocare i nostri titoli – tramite Game Pass e altre cose – non sia calata. È aumentata drammaticamente.

E posso dire che sono fiero di essere parte di Xbox. Penso sia grandioso per la community dei gamer».

Si tratta di un concetto molto simile a quello che abbiamo discusso nel nostro articolo di oggi, in cui esprimiamo come le esclusive Xbox non escludano in realtà nessuno, anzi aumentino il numero di utenti in grado di fruirne.

Il gioco dell’etichetta Bethesda arriverà infatti su smartphone e tablet tramite cloud gaming, PC Windows e console, sebbene soltanto quelle della linea Xbox Series X|S.

Queste parole potrebbero certificare ad ogni modo che la medesima sorte toccherà a The Elder Scrolls VI, altro big il cui destino multipiattaforma pareva in dubbio.

Curiosamente, ma non inaspettatamente, è già stata stabilita una connessione tra il reveal della nuova IP e l’erede di Skyrim.

Da un punto di vista tecnico, Bethesda ha già confermato che Starfield sarà mosso da un nuovo motore grafico, a questo punto immaginiamo ottimizzato per le piattaforme di Microsoft.

Il tema è stato toccato anche in un video girato dietro le quinte del team di sviluppo, dove Howard ha approfondito le dinamiche che saranno centrali nel gioco.

È quasi il Prime Day: per le migliori offerte sul gaming e sui videogiochi, trovate tutti i dettagli nella pagina di SpazioGames. Nel frattempo, se siete alla ricerca di una console per giocare i titoli di Xbox Game Pass, Xbox Series S è già in offerta su Amazon.