News 2 min

Battlefield 6, l’annuncio sarebbe stato rinviato (e c’entra il razzo cinese)

È molto probabile che per il reveal bisognerà pazientare ancora un po'

I fan della serie di DICE sono in spasmodica attesa del reveal di Battlefield 6, l’ambizioso nuovo capitolo che dovrebbe introdurre un buon numero di novità nel franchise. Adesso, sembra che la presentazione potrebbe slittare (anche) per colpa del razzo cinese caduto sulla terra.

Dopo l’esperienza di Battlefield V, i giocatori sono pronti a immergersi in un nuovo campo di battaglia (in tutti i sensi) che vanterà un setting narrativo inedito e un arsenale moderno, con droni e aerei da combattimento.

Tom Henderson, insider indubbiamente molto informato sul prossimo episodio, ha divulgato nuovi dettagli di notevole interesse per tutta la community, tra cui l’eventualità di un’ambientazione giapponese.

Il gran numero di indiscrezioni in suo possesso non termina certamente qui: Henderson ha parlato anche di cosa ci riserverà il trailer e ha fornito ulteriori dettagli sul meteo e sul mondo di gioco.

In tempi recenti sembrava che qualcosa si stesse muovendo molto rapidamente per quanto riguarda l’atteso reveal, ma adesso è arrivata una vera e propria doccia fredda (seppur di breve durata) e un’ulteriore motivazione inattesa.

Nel primo caso si tratta di Jeff Grubb, a sua volta responsabile di alcune anticipazioni sul titolo, secondo il quale la presentazione di Battlefield 6 sarebbe stata posticipata da un generico maggio a fine maggio o inizio giugno (via Game Rant).

La comunicazione è arrivata tramite il seguente tweet:

Com’è possibile vedere nelle due liste, Grubb aveva inizialmente anticipato un reveal (contrassegnato quale “presto”) per il mese di maggio, per poi correggersi in un nuovo tweet.

Adesso, sembra che l’evento (anche stavolta contrassegnato dalla medesima dicitura) sia slittato fino a sconfinare nel mese di giugno.

Il giornalista ha spiegato che la possibilità di una presentazione a maggio risaliva alla roadmap di marzo, che sarebbe poi stata modificata a sua insaputa.

Nonostante questo ampliamento della finestra di presentazione, la fine del mese in corso rappresenta ancora un’ipotesi plausibile per svelare Battlefield 6.

Ma sembra che ci sia un altro motivo per questa posticipazione, ovvero la caduta dei rottami del razzo cinese, come segnalato dal già citato Tom Henderson nel seguente tweet:

L’insider ci invita a non leggere per evitare spoiler, ma sembra che nel trailer di lancio fosse inclusa una scena in cui un razzo esplodeva in fase di caduta, uccidendo dei soldati.

Il trailer sarebbe stato quindi rimandato per non scuotere troppo l’opinione pubblica e per evitare di mostrare una controproducente mancanza di sensibilità.

Ma non si tratta delle uniche ipotesi “sconfortanti” sullo sparatutto degli autori di Battlefield V.

Dopo un leak anticipatorio, nei giorni scorsi è arrivata la smentita di un’ipotetica battle royale che sarebbe stata disponibile in concomitanza con il lancio del titolo: sembra che non sarà così, e per vederla probabilmente bisognerà armarsi di pazienza.

Vi ricordiamo che l’ipotesi di vedere Battlefield 6 solo su console next-gen non è da scartare: sembra infatti che lo sparatutto potrebbe arrivare esclusivamente su PS5, Xbox Series X|S e PC, saltando a piè pari i vecchi modelli.

Ma l’attesa porterà i suoi frutti: il nuovo episodio della serie potrebbe darci la possibilità di radere al suolo intere città grazie a una distruttibilità degli ambienti potenziata rispetto ai capitoli precedenti.

Se gli sparatutto sono il vostro pane quotidiano potete dare un’occhiata all’interessante offerta di Amazon su Call of Duty Black Ops Cold War.