News 2 min

The Last of Us Part II, Naughty Dog svela verità su un personaggio tagliato

Un personaggio di The Last of Us Part II tagliato avrebbe dovuto essere interpretato da Halley Gross.

I piani per la trama di un videogioco possono subire improvvisi cambiamenti durante la fase di sviluppo, e naturalmente The Last of Us Part II non ha rappresentato un’eccezione.

Il director Neil Druckmann ha infatti svelato che uno dei personaggi di The Last of Us Part II, che nell’avventura finale viene solamente appena accennato, in realtà avrebbe dovuto ricoprire un ruolo maggiore e sarebbe stato interpretato da uno dei writer dell’avventura.

Il team di Naughty Dog ha riposto una cura impressionante nella narrazione della trama, non lasciando nulla al caso: un interessantissimo commento ha inoltre spiegato bene il senso della parte a Santa Barbara.

Naturalmente, anche il gameplay è stato oggetto di una profonda cura per i dettagli, come svelato dalla possibilità di usare i nemici come scudo per le bombe.

 

In The Last of Us Part II, ad un certo punto della narrazione le protagoniste Ellie e Dina sopravvivono ad un assalto del WLF uccidendo due dei loro combattenti, scoprendo una polaroid con Leah ed una sua lettera.

Scoprendo che si trova all’interno di una stazione televisiva, le eroine decidono di andare verso quella direzione, scoprendo però che era già morta.

Secondo quanto svelato da Neil Druckmann in una serie di divertenti tweet, pare che Leah avrebbe dovuto essere interpretata da Halley Gross, la co-scrittrice di The Last of Us Part II (via GamesRadar+).

Druckmann ha infatti dichiarato scherzosamente di voler reintrodurre quel personaggio nel terzo capitolo «per poterla tagliare di nuovo» ed Halley Gross ha risposto che il vero capitolo di Part III sarà proprio «Leah’s Revenge», ovvero «La Vendetta di Leah», confermando che effettivamente avrebbe dovuto essere quello il personaggio da lei interpretato.

Evidentemente il personaggio di Halley Gross avrebbe dovuto ricoprire un ruolo più importante all’interno del capolavoro di Naughty Dog, ma ad un certo punto della produzione è stato deciso semplicemente di «ucciderlo» perché non ritenuto più necessario.

Ai fan non resta dunque che la curiosità di immaginare quale sarebbe stato il contributo alla narrazione del titolo, fermo restando che la trama non ha certamente risentito della sua assenza.

Anche la serie televisiva di HBO cercherà di replicare questa qualità narrativa, nonostante gli showrunner ammettano che i commenti di internet possano essere molto tossici.

La sfida di The Last of Us Part II a volte può raggiungere livelli davvero intensi: recentemente è stato scoperto un nemico apparentemente immortale.

Se volete provare il capolavoro di Naughty Dog, vi ricordiamo che è uno dei tanti giochi proposti da PlayStation Now per il mese di ottobre.

Se volete recuperare la storica prima avventura di Ellie e Joel, su Amazon potete acquistare The Last of Us Remastered al miglior prezzo.