News 2 min

Square Enix è nata esattamente 20 anni fa, dalle ceneri di Square Soft

Square Enix, il grande conglomerato giapponese, è nato esattamente 20 anni fa dalle ceneri dell'amata Square Soft.

Square Soft è un nome che i videogiocatori più nostalgici ricorderanno sicuramente, un’azienda che ha reso possibile l’esistenza della più moderna Square Enix.

Il nuovo conglomerato nipponico che ha gestito la vita di Final Fantasy, anche il discusso quindicesimo capitolo che potete sempre trovare su Amazon.

Il periodo attuale per Square Enix è decisamente particolare, perché non tutti i progetti della software house vanno bene come dovrebbero, tipo Babylon’s Fall.

Proprio per questo motivo dovrebbe tornare ai suoi progetti classici, invece di lanciarsi in esperimenti troppo arditi.

Square Enix ha iniziato la sua vita 20 anni fa, decretando la fine di Square Soft per sempre, come ci ricorda Push Square.

Unendo Square ed Enix, ovviamente, le due aziende si sono fuse creando il conglomerato che abbiamo conosciuto negli anni.

Un momento a dir poco epocale perché le due aziende che producevano franchise allora rivali, ovvero Final Fantasy e Dragon Quest, si erano unite per fare fronte comune sul mercato videoludico.

Come capita anche oggi con operazioni come quella di Xbox e Activision Blizzard, anche all’epoca la fusione creò una certa confusione e un terreno instabile.

Enix aveva mostrato riluttanza a concludere l’accordo dopo che Square aveva preso una serie di decisioni aziendali discutibili, tra cui spendere una fortuna assoluta per il famigerato flop del film Final Fantasy: The Spirits Within.

Ma grazie al successo di Square con titoli per PS2 come Final Fantasy X, Enix alla fine si è fatta avanti e ha accettato la fusione il 25 novembre 2002.

Insomma, la storia si ripete e il passato torna a bussare al presente ricordandoci che il mondo dei videogiochi ha avuto sempre dei punti fermi.

Un’azienda che, effettivamente, sta guardando al passato in un certo senso perché sta lavorando al ritorno di un grande JRPG di qualche generazione fa.

In questo periodo, invece, Square Enix deve affrontare delle accuse molto pesanti per quanto riguarda alcuni suoi dipendenti.