News 2 min

Sony, guerra tra Giappone e Occidente per il controllo di PlayStation?

Una fonta anonima sembra confermare le voci sul cambio di rotta di Sony.

Secondo alcuni rumor che circolano sul web ormai da tempo, sarebbe in corso una vera e propria guerra interna a Sony per il controllo di PlayStation.

Fin dall’anno scorso, Sony ha cercato in tutti i modi di smentire le voci secondo le quali il marchio PlayStation starebbe spostando il suo focus dal Giappone per concentrarsi sempre di più sul mercato occidentale.

Tuttavia sono tante le prove a favore di questa teoria, confermate a loro volta dal recente esodo di massa degli sviluppatori giapponesi.

Tra i nomi più celebri  ad abbandonare Japan Studio troviamo Teruyuki Toriyama, producer di Bloodborne, Demon’s Souls e Soul Sacrifice. 

La casa giapponese è stata abbandonata anche da Masaaki Yamagiwa, un altro producer del souls-like di From Software.

A confermare i rumor sul cambio di rotta del platform owner, troviamo anche la recente riorganizzazione aziendale di Japan Studio, ora concentrata sull’IP di Astro Bot.

Durante un AMA su Reddit, una fonte anonima ha rivelato alcune informazioni che sembrerebbero confermare i rumor che Sony sta cercando di mettere a tacere.

Si tratta di un ex dipendente del platform holder, la cui attendibilità è stata verificata da Reddit, che ha confermato la presunta competizione tra i team giapponesi e occidentali di Sony per il controllo del marchio PlayStation.

Secondo la fonte, persino la recente riconfigurazione dei tasti di DualSense sarebbe un chiaro segnale di quanto la casa di Tokyo sia sempre più propensa a incentrare la sua attenzione sul mercato occidentale.

Dopo 26 anni, Sony ha reso universale la “X” del controller come pulsante adibito alla conferma, quando fino a questo momento il Giappone aveva utilizzato il tasto “O”.

L’ex dipendente ha affermato:

«PlayStation è un marchio storicamente giapponese. C’è stata molta concorrenza interna per il “controllo” del marchio PlayStation e negli ultimi anni potete vedere chiaramente perché l’America ha vinto.

Il trasferimento del quartier generale, la chiusura della maggior parte di Japan Studio e la riconfigurazione del tasto X di DualSense come conferma (che sembra quasi un insulto finale) sono solo alcuni degli esempi più lampanti».

Secondo quanto dichiarato, la guerra per il controllo del marchio PlayStation sarebbe in corso da almeno dieci anni.

L’ex dipendente ha concluso affermando che «in breve, sì, Sony sta diventando sempre più americana e questo succede perché l’America rappresenta attualmente il mercato di videogiochi più redditizio».

Inoltre, alla domanda di un utente di Reddit riguardo a un possibile coinvolgimento di Jim Ryan, presidente di Sony Interactive Entertainment, nell’operazione di occidentalizzare Sony, la fonte ha risposto di non avere mai avuto a che fare con lui, ma di conoscerlo come «un vero uomo d’affari».

Curiosamente, proprio Ryan è al centro di critiche da parte dei fan, che rivorrebbero al posto suo e del boss di PlayStation Studios Shawn Layden, per via del focus sui studi più grandi del gruppo e per il remake di The Last of Us trapelato da un report di Bloomberg.

Volete ricaricare il vostro portafoglio PlayStation? Potete acquistare una scheda con credito per PlayStation Store su Amazon.