News 2 min

PS5, aumentare le scorte è una “priorità assoluta”: ecco quando non sarà più introvabile

La priorità più grande per Sony è aumentare le scorte di PS5 entro la fine del 2023.

Continuano incessantemente gli sforzi di Sony per l’aumento delle scorte di PS5, la console next-gen che anche a più di un anno di distanza dal lancio molti fan non sono ancora riusciti ad acquistare.

La compagnia aveva già anticipato di avere intensificato gli sforzi per una maggiore produzione delle console con DualSense (potete acquistarlo in offerta in diverse colorazioni su Amazon), ribadendo tutto il loro ottimismo durante l’ultimo business briefing.

Sony non ha infatti nascosto ai proprio investitori che l’aumento delle scorte rappresenta la «priorità assoluta», dato che la bassa quantità di console disponibili sul mercato non è ancora riuscita a soddisfare l’enorme domanda dei consumatori.

Questo potrebbe essere possibile grazie a un inedito modello di PS5 con una nuova CPU in produzione, anche se la casa di PlayStation non ha ancora ufficialmente confermato queste indiscrezioni.

Quello che è stato però svelato nell’apposito business briefing (via Push Square) è sicuramente la volontà di poter superare nuovamente le vendite di PS4: del resto, proprio la bassa quantità di console prodotte ha portato risultato inferiori alle aspettative.

I lavori di Sony stanno però procedendo per garantire la giusta quantità di console in produzione: la compagnia ha sottolineato che la situazione dovrebbe stabilizzarsi definitivamente a partire dal terzo anno di PS5, che inizierebbe dunque a novembre 2023.

Una volta raggiunta questa data, la produzione di console next-gen dovrebbe riuscire a essere sempre in costante salita, garantendo anche di poter superare nuovamente le vendite di PS4 a partire dal 2024.

La compagnia ha spiegato che tra gli interventi adottati per aumentare la produzione di PS5 c’è sicuramente una maggiore quantità di componenti, che adesso ordinerà da più rifornitori contemporaneamente. Questo consentirà loro di espandere la produzione, così da non farsi cogliere impreparati in caso di una nuova crisi di scorte.

Inoltre, attualmente la compagnia sarebbe in fase di negoziazioni per organizzare nuovi percorsi di consegna, così da arrivare più efficientemente nei mercati interessati.

Insomma, la situazione dovrebbe stabilizzarsi una volta per tutte soltanto intorno alla fine del 2023: fino ad allora, i fan dovranno continuare ad avere tanta pazienza e incrociare le dita.

Va comunque detto che i fan dovrebbero notare un miglioramento già a partire da quest’anno: Sony aveva infatti ammesso di aspettarsi un incremento delle vendite hardware del 38%.

Durante l’ultimo business briefing, PlayStation ha anche sottolineato di voler puntare fortemente sul mercato PC, lasciandosi progressivamente alle spalle PS4.