News 2 min

PS5 ha già venduto oltre 19 milioni di console, ma è sotto le aspettative

Le vendite di PS5 non sono riuscite a soddisfare le previsioni iniziali, a causa della carenza di scorte.

La carenza di scorte di PS5 ha portato, prevedibilmente, seri danni anche per le previsioni finanziare di casa Sony: sebbene i numeri si siano rivelati comunque molto positivi, si può ormai dire che i risultati non erano quelli che la compagnia si aspettava.

Nel report relativo all’anno fiscale 2021, nel quale sono stati comunicati non solo tutti i dati relativi a software e hardware, ma anche riguardanti servizi come PlayStation Plus (potete acquistare l’abbonamento annuale su Amazon), Sony ha infatti annunciato di aver venduto oltre 19 milioni di console dal lancio.

L’azienda ha inoltre anticipato di aspettarsi molte più PS5 vendute durante il prossimo anno fiscale, dato che lo scorso anno è stato quasi un «flop», non essendo riuscito a raggiungere le previsioni iniziali.

L’obiettivo di Sony era infatti quello di riuscire a vendere 14.8 milioni di unità durante l’anno fiscale 2021: sfortunatamente, PS5 si è dovuta fermare a «soli» 11.5 milioni, un numero inferiore alle aspettative di oltre 3 milioni (via VGC).

Il target inizialmente fissato dalla compagnia è stato infatti il numero di PS4 vendute durante lo stesso periodo di lancio: il fatto che la console non sia riuscita a raggiungere il traguardo con un distacco così ampio, rende sicuramente l’idea delle attuali difficoltà in fase di produzione.

Entrando nello specifico, negli ultimi 3 mesi sono state vendute 2 milioni di PS5 e 100.000 PS4, che hanno permesso alla console old-gen di raggiungere 117 milioni di unità vendute.

Va comunque segnalato che la stessa Sony non sembrava pienamente convinta del possibile raggiungimento del risultato, proprio a causa della carenza di scorte e di semiconduttori che hanno reso l’acquisto della console particolarmente impegnativo.

In ogni caso, nonostante il mancato obiettivo raggiunto, l’anno si è comunque concluso con una leggera crescita del 3%, grazie soprattutto all’incredibile successo delle vendite software first party dell’ultimo trimestre, con un aumento dell’84% rispetto allo scorso anno e portando il totale a ben 14.5 milioni, rispetto ai 7.9 milioni raggiunti nel 2021.

L’occasione è stata dunque quella giusta per annunciare che per il prossimo anno fiscale le cose dovrebbero andare molto diversamente, prevedendo di vendere altre 18 milioni di console entro la fine di marzo 2023.

Sembra dunque che le previsioni arrivate nelle scorse ore per le scorte di PS5 adesso siano state confermate dai diretti interessati: non resta che incrociare le dita e augurarsi che tutti i fan interessati presto possano acquistare la console.

La crisi di semiconduttori potrebbe durare fino al 2024, ma sembra che ormai le compagnie abbiano iniziato ad abituarsi e adottare i giusti cambiamenti per garantire una produzione più costante.