News 2 min

No Man’s Sky, giocatore atterra sulla fregata “che non c’è”

Una regolare procedura di atterraggio si è trasformata in un incubo

No Man’s Sky è stato oggetto di una lunga serie di miglioramenti da parte del team di Hello Games, il quale è riuscito a rendere il gioco un’esperienza nettamente diversa rispetto a quanto visto al lancio.

Il titolo survival dalla spiccata natura procedurale ha ormai spento la quinta candelina, ma i fan continuano a frequentare l’universo della software house britannica con notevole interesse.

La dedizione della community non vuole saperne di scemare, e qualcuno ha addirittura dato vita a una mod grazie alla quale è possibile portare Sean Murray, creatore del gioco, all’interno del titolo.

La versione attuale del prodotto ha saputo raccogliere molti pareri positivi, accompagnati da qualche suggerimento per rendere l’opera definitivamente “perfetta”.

No Man’s Sky è oggettivamente smisurato, e non è inusuale che i giocatori incappino in alcuni bug durante le loro scorribande spaziali.

L’ultimo di questi è relativo a una fregata invisibile che è riuscita a “beffare” un fan offrendogli un porto sicuro in cui atterrare con la sua navicella.

Il curioso evento è stato riportato nel seguente video postato su Reddit dallo sfortunato (ma non troppo) utente, rimasto letteralmente sbalordito da quanto avvenuto:

Invisible freighter spawns high up in planet’s atmosphere, lands my ship in its hanger, and yeets me to the ground when I exit my ship from NoMansSkyTheGame

Nel filmato è possibile notare una regolare procedura di attracco, portata a compimento dal giocatore rispettando tutti i parametri del caso.

Una volta uscito dal veicolo, lo sventurato astronauta non ha trovato la superficie della fregata ad accoglierlo, ed è incorso in una pericolosissima caduta da un’altezza considerevole.

Il videogiocatore è stato letteralmente scagliato fuori dall’invisibile vascello, dirigendosi rapidamente al suolo senza possibilità di scampo.

Rassegnato a perdere la vita (o quantomeno a subire una quantità di danni tale da essere difficilmente assorbita dalla migliore delle armature), è giunto al suolo senza riportare alcuna conseguenza per la sua salute.

Gli utenti si sono posti una serie di domande, chiedendosi come mai l’utente di No Man’s Sky non abbia «attivato il jetpack» o perché abbia deciso di «uscire dalla sua navicella» dopo aver constatato il bug.

Si tratta di un piccolo dettaglio relativo a un titolo che continua a sorprendere, anche grazie alla possibilità di scatenare una tempesta di luce mettendo mano alle opzioni grafiche.

Un paio di settimane fa, un altro fan si era trovato al centro di un evento particolarmente pericoloso in seguito a un incontro con una Sentinella (scambiata per un’astronave).

L’esplorazione offerta dal titolo non ha confini, e c’è chi è riuscito a trovare un pianeta davvero molto simile alla Terra.

Se le meccaniche procedurali vi affascinano, potete dare una chance a Returnal approfittando dell’offerta in corso su Amazon.