News 2 min

Nintendo credeva che il colore di GameCube fosse troppo femminile

Il colore viola non piaceva alla divisione americana.

Nintendo ha sempre puntato molto sull’estetica delle proprie console, e GameCube è stata forse quella con il design più particolare.

Il cubetto viola che ha dato alla luce capolavori come Resident Evil 4 fu lanciata con il suo iconico colore indaco come principale.

Una console che ha compiuto vent’anni, dapprima dal lancio giapponese e poi quello americano che avvenne il 18 novembre del 2001.

Di recente anche Phil Spencer ha elogiato Nintendo GameCube, dicendo la sua sul cubetto viola più famoso dei videogiochi (anche perché l’unico).

Il 18 novembre 2001 uscì Nintendo GameCube sul suolo americano, due mesi dopo il lancio originale in Giappone, ed oggi emergono indiscrezioni molto curiose.

I colleghi di VGC hanno avuto modo di parlare con Perrin Kaplan, che all’epoca del lancio di GameCube era il vice presidente della divisione americana di Nintendo.

L’intervista è molto lunga e corposa, ma uno dei dettagli più curiosi riguarda sicuramente il colore della console, quel viola indaco che l’ha resa unica nel mondo.

Il reparto marketing di Nintendo of America non era affatto soddisfatto del colore della console, e provò in ogni modo a cambiare le cose per il lancio negli Stati Uniti:

«Suggerimmo che il viola non era il migliore per cominciare e dissero ‘no, lo useremo’. Poi provammo a spingere per il nero e l’argento, perché nessuno negli Stati Uniti aveva mai realmente fatto qualcosa in colore viola. Non tanto perché non potevi fare un hardware che fosse di un colore differente, ma tanto che era un colore molto… femminile. Non sembrava mascolino, penso.

Ricordo che eravamo molto nervosi all’E3, pensavamo che avremmo collezionato delle opinioni negative dalla stampa solo per il colore.»

GameCube non fu una console di grande successo, ma di certo non per il colore viola che, anzi, ha contribuito a farla rimanere nella storia.

Per quanto riguarda la storia recente, ultimamente ci si è chiesto se una Switch Oled possa davvero servire.

Mentre i Joy-Con stanno per essere aggiustati definitivamente, stando a quanto ha comunicato Nintendo.

Per gli appassionati questo è anche un ottimo periodo, perché sono partite le Cyber Offerte su eShop che non dovreste perdere.

Se non avete ancora una Nintendo Switch, potete recuperarne una al miglior prezzo su Amazon!