News 2 min

New World riceve la prima patch (ma c’è un problema)

Un prolungato downtime del server ha fatto storcere il naso.

New World è l’ormai celebre l’MMO di Amazon, in grado di far registrare davvero dei bei numeri da quando è stato lanciato in veste ufficiale, solo pochi giorni fa.

Seguendo la scia di successi come Final Fantasy XIV, anche New World potrebbe presto ritagliarsi la sua fetta di utenza davvero affezionata,

Considerando che si tratta di uno dei progetti più importanti mai realizzati dal colosso americano, il gioco è stato del resto rinviato più volte proprio in virtù delle sue alte potenzialità.

Vero anche che dopo il flop di Crucible, primo gioco Amazon cancellato poco dopo il lancio, le prospettive non erano certo delle migliori.

Una settimana dopo il lancio – e dopo che New World è diventato il titolo più giocato su Steam – l’MMO di Amazon Games ha appena ricevuto il suo primo aggiornamento.

Sfortunatamente, l’aggiornamento ha anche provocato un prolungato downtime del server, mettendo a dura prova la pazienza di moltissimi giocatori (via GameSpot).

Come dettagliato nelle note ufficiali della patch, questo update si concentra in gran parte sulla correzione di bug: presenti anche alcune piccole modifiche relativa alla qualità della vita, oltre a cambiamenti al sistema di rilevamento AFK del gioco, al fine di garantire che i giocatori non possano rimanere artificialmente sui server ad alta popolazione con lunghi tempi di attesa.

Gli utenti ora si disconnetteranno automaticamente dal gioco dopo essere stati AFK per 20 minuti (da 25), e sono state apportate modifiche in modo che il gioco possa rilevare meglio coloro che tentano di ingannare il rilevamento AFK del gioco con movimenti simulati del mouse.

I lunghi tempi di coda hanno sicuramente rappresentato un problema, ma ora sembrano essere stati notevolmente migliorati in seguito al lancio di nuovi server e all’aumento della capacità degli stessi.

I giocatori ora vedranno una schermata di conferma quando si tenterà di uscire da una coda, al fine di garantire che nessuno lasci accidentalmente il proprio posto in attesa.

Ma non solo: la prima patch di New World getta anche le basi per i prossimi trasferimenti gratuiti dei server, annunciati poco dopo il lancio del gioco sulla scia di tempi di coda davvero eccessivi.

Staremo vedere se ciò basterà al gioco a bissare il lancio di record registrato nelle scorse ore, in grado di frantumare quello raggiunto da molti giochi precedenti.

Del resto, New World è un tale successo che Amazon sta rivedendo i propri piani di investimento per il futuro.

Chissà se tutto questo clamore basterà a “sbloccare”  il progetto Amazon Luna, rimasto un po’ in alto mare in attesa che venga potenziato.

Volete godervi New World al massimo? Vi consigliamo allora di dotarvi di un notebook da gaming a modino.