News 2 min

Crucible, l’ambizione non basta: Amazon cancella il gioco (che era già uscito)

Prima uscito, poi retrocesso in closed beta, infine cancellato e dato in pasto all'oblio: il destino di Crucible è stato tutt'altro che roseo

A volte essere nati sotto una buona stella non basta. Anzi, a dire il vero probabilmente Crucible non era nato sotto una buona stella: aveva un papà molto ricco, chiamato Amazon, ma si era ritrovato a infilarsi nel settore affollato degli hero shooter, inciampando di continuo in una estenuante corsa forsennata per la quale ha scoperto di non avere gambe abbastanza forti.

Così, dopo aver annunciato tre modalità per il gioco, Amazon le aveva ridotte a una. Così, dopo aver pubblicato Crucible, Amazon ci aveva ripensato e lo aveva retrocesso nuovamente alla fase beta. E così, dopo averlo retrocesso alla fase closed beta, Amazon lo ha definitivamente cancellato.

Crucible non si farà più: il gioco era stato retrocesso in closed beta a luglio

Il povero Crucible non si farà più, gli sforzi sul suo sviluppo sono stati definitivamente interrotti: la notizia, dolorosa sia per i giocatori che avevano seguito il titolo che per gli sviluppatori che tanto avevano provato a trovare la quadra, è stata diramata sul sito ufficiale del gioco.

Nella nota, leggiamo:

A luglio abbiamo retrocesso Crucible alla closed beta. Abbiamo preparato una lista di feature che pensavamo avrebbero potuto migliorare la player experience, che avevamo condiviso pubblicamente e, all’infuori delle partite custom, le abbiamo portate tutte a termine. Con quelle feature disponibili, il nostro nuovo obiettivo era valutare il feedback della community, metterlo insieme ai nostri dati, e decidere il prossimo passo.

È stato proprio il “prossimo passo” quello che ha convinto Amazon della cancellazione del gioco, con i fix e le migliorie che evidentemente erano troppo onerosi da realizzare rispetto al possibile ritorno economico:

Queste valutazioni ci hanno portato a una decisione difficile: interromperemo lo sviluppo di CrucibleApprezziamo davvero tanto il modo in cui i fan sono rimasti di fronte ai nostri sforzi ed è stato bellissimo vedere le vostre risposte ai cambiamenti che abbiamo apportato in questi mesi, ma in sintesi non vediamo un futuro salutare e sostenibile per Crucible.

Una sentenza inappellabile e senza mezzi termini, che ritiene il progetto un fallimento, peraltro non sostenibile. Il team che ci ha lavorato «si dedicherà a concentrarsi su New World [l’altro ambizioso progetto di Amazon, ndr] e su altri progetti in arrivo da Amazon Games.»

Amazon anticipa che chiunque abbia comprato qualcosa in-game sarà rimborsato e che trovate qui tutti i dettagli. Il gioco rimarrà online fino al 9 novembre, quando per lui calerà definitivamente il sipario. Se volete testare questo free-to-play al tramonto, insomma, potete farlo per circa un mese, prima di salutarlo.

«Vi ringraziamo, come sempre, per essere stati parte della nostra community. Questo è stato un percorso d’amore, e siamo davvero grati del tempo che abbiamo potuto trascorrere sul pianeta Crucible con voi» concludono gli autori.

Se volete dedicarvi a qualche altro hero shooter su PC, vi raccomandiamo di dare un’occhiata alle proposte notebook su Amazon.