News 2 min

Netflix vuole diventare il nuovo Google Stadia: «Il cloud sarà il modo naturale di giocare»

Netflix conferma di voler investire sul cloud gaming, elogiando anche quanto fatto in precedenza da Google Stadia.

Netflix ha ormai deciso di puntare fortemente sui videogiochi gratis come servizio aggiuntivo per gli utenti iscritti: sebbene al momento l’offerta proponga soltanto titoli mobile, ben presto le proposte potrebbero diventare molto più interessanti.

Sembra infatti che Netflix (trovate il divertente gioco da tavola dedicato su Amazon) stia infatti pensando seriamente a introdurre un’offerta dedicata al cloud gaming, per rinforzare ulteriormente la propria proposta di videogiochi gratuiti.

L’idea potrebbe essere arrivata dopo i primi dati deludenti legati ai titoli gratuiti offerti fino a questo momento, che stando ai primi dati sarebbero stati scaricati da pochissimi degli utenti iscritti.

Dopo le prime conferme arrivate da un’offerta di lavoro, adesso è stato lo stesso colosso dello streaming ad ammettere di aver seriamente iniziato ad «esplorare un’offerta di giochi in cloud», proponendosi dunque come potenziale sostituto di Stadia, dopo che Google ne annunciò la triste fine negli scorsi giorni.

A confermarlo è stato il vice presidente della divisione gaming Mike Verdu, in un’intervista rilasciata a TechCrunch: come ulteriore conferma di questi investimenti, la compagnia ha intenzione di aprire un nuovo studio videoludico in California.

Netflix ha però voluto precisare fin da subito che l’offerta di cloud gaming, che a questo punto sembra essere davvero imminente, non si proporrà di sostituire l’esperienza videoludica su console, ma sarà un’alternativa per rendere l’accesso ai giochi più semplice:

«Non vi stiamo chiedendo di iscrivervi per rimpiazzare le console. È un modello di business completamente diverso.

La nostra speranza è che [il cloud gaming] diventerà il modo più naturale di giocare, dovunque vi troviate».

Mike Verdu ha avuto anche l’occasione di elogiare proprio Google Stadia, sostenendo che non abbia fallito per via della sua natura in cloud gaming, ribadendo che giocarci era «molto divertente», ma per via di un modello di business evidentemente inappropriato.

Netflix sembra dunque essersi appena proposta come il potenziale erede della piattaforma della casa di Mountain View: non ci resta che attendere di scoprire ulteriori informazioni su questa nuova offerta, che attualmente è ancora in fase di «esplorazione». Vi terremo aggiornati non appena arriveranno ulteriori novità a tal proposito.

Nel frattempo, il servizio in streaming continua a rinforzare il proprio catalogo di giochi gratis: l’ultimo titolo in omaggio è un capolavoro narrativo davvero imperdibile per gli abbonati.