2022 VIDEOLUDICO 7 min

12 giochi arrivati su Xbox Game Pass nel 2022 che non dovete perdere

Quali sono stati i migliori giochi Xbox Game Pass arrivati nel 2022 che non bisogna perdersi? Ve ne segnaliamo 12!

In caso non fosse già chiaro dall’anno precedente, il 2022 è stato un anno che ha consolidato ulteriormente la convinzione di Microsoft nel progetto Game Pass: con il catalogo ora suddiviso in Xbox Game PassPC Game Pass (ossia, pensato specificamente per computer e con alcuni giochi esclusivi, come ad esempio Death Stranding), il gigante di Redmond ha rafforzato la sua strategia che vuole portare i suoi giochi ovunque agli appassionati, anziché usarli come magnete per attirare gli appassionati verso le sue console.

Per riuscire in questo intento, ovviamente, serve avere delle frecce importanti al proprio arco. Senza dubbio, il 2022 è stato avaro di uscite dagli Xbox Game Studios, con i first party del mondo Xbox che hanno fatto il minimo indispensabile e molte produzioni che arriveranno solo nei prossimi mesi.

Ciò nonostante, a meno di non aspettarsi dall’abbonamento unicamente dei grandi e recenti nomi AAA da mettere in vetrina, il 2022 di Game Pass è stato piuttosto ricco (se interessati, trovate l’abbonamento in sconto su Instant Gaming) e ha nascosto numerose perle che meritano di essere scoperte.

Tra queste, abbiamo selezionato alcuni giochi arrivati su Game Pass nel 2022 che dovreste decisamente recuperare, se non lo avete già fatto. Ci sarebbero da fare anche delle menzioni d’onore a giochi interessanti come Vampire Survivors, indubbiamente ad A Plague Tale: Requiem o a esperienze altrettanto intriganti come Road 96OmoriDeath Stranding in versione PC, ma abbiamo tentato di tenere la lista in un numero di titoli ragionevole.

Sentitevi liberi di allungare ulteriormente questa lista (che non può e non vuole essere onnicomprensiva, ma anzi piuttosto influenzata dai gusti di chi vi scrive), nei commenti.

Vediamo i migliori giochi arrivati su Xbox Game Pass nel 2022

12 giochi da non perdere su Xbox Game Pass arrivati nel 2022

Immortality

  • Genere: avventura narrativa
  • Sviluppatore: Half Mermaid
  • Su Game Pass da: agosto 2022
  • Piattaforme: PC, Xbox Series, Cloud

Premiatissimo ai nostri SpazioGames AwardsImmortality rappresenta una delle avventure narrative più interessanti dell’anno. Come le precedenti opere di Sam Barlow (Her StoryTelling Lies) vi permette di districarvi in un archivio di video, clip di film e dietro le quinte con cui dovete risolvere il mistero della scomparsa attrice e aspirante diva Marissa Marcel.

Da questa premessa, Immortality vi permette di trovare indizi sparsi nei diversi video e di cliccarci per andare di clip in clip, ricostruendo nella vostra mente la storia e come siano andate le cose, mentre attori in carne e ossa continuano a svelarvi involontariamente cosa potrebbe essere successo a Marissa. Se avete un debole per i giochi narrativi, come chi vi scrive, Immortality rappresenta un affascinante colpo di genio da cui avrete difficoltà a staccarvi.

PowerWash Simulator

  • Genere: sparatutto, rilassante
  • Sviluppatore: FuturLab
  • Su Game Pass da: luglio 2022
  • Piattaforme: PC, console, Cloud

So cosa state pensando: vi starete domandando come si passi dal mistero di Marissa Marcel alla volontà di pulire un giardino con una idropulitrice. Eppure, PowerWash Simulator è stata una delle esperienze più curiose e di puro intrattenimento che ho giocato quest’anno attraverso Game Pass.

Già lo scorso luglio vi raccontai del curioso dilemma relativo al gioco: continuavo a giocarci, e non capivo perché. È uno sparatutto peculiare, dove si spara contro qualcosa di statico, lo sporco, per ripulire gli scenari. Questo mi ha fatto capire quel famoso perché: si tratta di un gioco che dà soddisfazione immediata, che rilassa senza impegno, che permette di staccare la spina come in una sorta di libro da colorare invertito, in cui i colori devono essere riportati a galla dalla vostra idropulitrice.

La sua natura rilassante è stata quasi salvifica, in alcuni momenti dell’anno più complicati di altri a livello personale. Se vi piacciono i giochi del filone chill, senza dubbio questo è da recuperare.

SCORN

  • Genere: horror, avventura
  • Sviluppatore: Ebb Software
  • Su Game Pass da: ottobre 2022
  • Piattaforme: PC, Xbox Series, Cloud

È stato un gioco così unico che ha creato numerose divisioni: SCORN è un trionfo di direzione artistica, di messaggi e di atmosfera, ma è ermetico, complicato, volutamente contorto. Chi si aspettava uno shooter vero e proprio dalle tinte oscure rimarrà deluso, ma il titolo di Ebb Software lanciato su Game Pass lo scorso mese di ottobre è uno dei più unici che il catalogo abbia accolto.

In un ventre marcio che puzza di riflessioni esistenziali, ci si ritrova davanti a scenari da incubo – tratteggiati, in realtà, con fonti di ispirazione molto celebri che il nostro Domenico ha ben descritto nella video recensione – a ragionare di puzzle da superare e della propria esistenza, in un gioco caratteristico e davvero unico.

Tunic

  • Genere: avventura
  • Sviluppatore: Andrew Shouldice
  • Su Game Pass da: marzo 2022
  • Piattaforme: PC, console, Cloud

Facciamola breve: se siete fan dei classici The Legend of Zelda, non c’è un motivo chiaro per cui non abbiate ancora giocato Tunic. Lanciato lo scorso mese di marzo su Game Pass, questo titolo avventuroso riprende molti elementi dai canoni classici della saga leggendaria, mettendovi nei panni di una piccola volpe alle prese con nemici molto più potenti di lei.

Il vostro viaggio, seppur adorabile nella direzione artistica, sarà scandito da alcuni colpi di genio come la gestione del linguaggio e della mappa del gioco, ma soprattutto da puzzle e che potrebbero dare del filo da torcere anche ai più veterani. E se volete approfondire il gioco, al di là della recensione del nostro Daniele Spelta, ho scambiato due chiacchiere con l’autore di Tunic qualche mese fa.

NORCO

  • Genere: avventura grafica
  • Sviluppatore: Geography of Robots
  • Su Game Pass da: marzo e novembre 2022
  • Piattaforme: PC, console, Cloud

Vi ricordate i classici punta e clicca? Ecco: NORCO si rifà a quello spirito per mettere in piedi una delle belle sorprese dell’anno, ancora di più se pensiamo che il gioco è arrivato su Game Pass – sia PC che console e cloud, in momenti diversi – permettendo così anche ai più scettici di scoprirlo.

Nella sua abbondanza di testi e la sua pixel art, il gioco trascina in un’avventura narrativa dove sì, c’è tanto da leggere, ma solo perché ha tanto da dire, in uno scenario industriale della Louisiana del Sud dove la decadenza e i misteri sono all’ordine del giorno.

Citizen Sleeper

  • Genere: gioco di ruolo
  • Sviluppatore: Jump Over the Age
  • Su Game Pass da: maggio 2022
  • Piattaforme: PC, console, Cloud

Altra esperienza molto interessante arrivata lo scorso anno su Game Pass è quella offerta da Citizen Sleeper. Spesso vediamo i giochi di ruolo venire contaminati da dinamiche più action e votate all’immediatezza, mentre in questo caso parliamo di un titolo che si ispira profondamente ai giochi di ruolo da tavolo, con tanti testi – è vero – ma anche tante scelte da prendere.

Il titolo, arrivato a maggio su Game Pass, vi trascina così nei panni di un lavoratore che cerca di allontanarsi dalla società interstellare che lo opprime: sarete voi a cercare di distaccarvi da una realtà cyberpunk decisamente distopica, per provare a costruire in autonomia il vostro destino.

Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder’s Revenge

  • Genere: beat’em up
  • Sviluppatore: Tribute Games
  • Su Game Pass da: giugno 2022
  • Piattaforme: PC, console, Cloud

I beat’em up duri e puri non passeranno mai di moda, soprattutto quando sono stilosi e ben fatti come TMNT: Shredder’s Revenge. Il ritorno delle rissose Tartarughe Ninja si è rivelato molto più che pronto a spaccare le ossa ai cattivoni, proponendovi delle meccaniche da picchiaduro a scorrimento orizzontale in cui vi ritroverete catturati in men che non si dice, mentre lo stile in pixel art e le due dimensioni sono un vero tuffo nella nostalgia.

Il nostro esperto di picchiaduro, Silvio Mazzitelli, ha premiato ampiamente il gioco e se avete un abbonamento a Game Pass è senza dubbio uno dei fiori all’occhiello tra le uscite dello scorso anno.

Pentiment

  • Genere: avventura grafica
  • Sviluppatore: Obsidian Entertainment
  • Su Game Pass da: novembre 2022
  • Piattaforme: PC, console, Cloud

Potrei essere brevissima, su Pentiment: io sguazzo nei videogiochi che mettono davanti a tutto la narrativa e amo le ricostruzioni storiche. Il piatto (quasi) perfetto, insomma, è praticamente servito. Questo piccolo progetto di Obsidian Entertainment, sviluppato quindi internamente da Xbox, rappresenta un viaggio affascinante nella Baviera del ‘500, incastrandovi in un caso di misteri e rancori che animano una sperduta cittadina immaginaria dell’epoca.

In men che non si dica, nonostante una durata francamente non indifferente, vi ritroverete a calzare perfettamente i panni dell’artista Andreas mentre cerca di risolvere i misteri che attanagliano la cittadina, e scoprirete in Pentiment un gioco di grande atmosfera e significato. Uno che, peraltro, a quanto pare non sarebbe mai stato concepito senza modelli in abbonamento come Game Pass.

Coffee Talk

  • Genere: visual novel
  • Sviluppatore: Toge Productions
  • Su Game Pass da: agosto 2022
  • Piattaforme: PC, console, Cloud

Lo sviluppatore Mohammad Fahmi è tragicamente scomparso lo scorso mese di marzo e, forse anche per questo, Coffee Talk è un lascito che vale la pena essere giocato. Se amate i videogiochi rilassati e posati, dove c’è da scoprire quali sono le vicende dei personaggi e fate un po’ da testimoni e collanti delle storie degli altri, questa esperienza potrebbe colpire nel segno.

È il classico gioco da giocare in piccole sessioni rilassanti a fine giornata: siete i gestori di un bar in un mondo fantasy – scoprirete ben presto perché – dove gli avventori, mentre vi chiedono di preparare un caffè, una cioccolata o chissà cos’altro, si intrattengono con chiacchiere di ogni genere in cui anche i vostri consigli hanno un peso. E dove lo ha, ovviamente, anche quello che gli servirete: cercate di non deluderli!

Metal: Hellsinger

  • Genere: sparatutto
  • Sviluppatore: The Outsiders
  • Su Game Pass da: settembre 2022
  • Piattaforme: PC, Xbox Series

Amici metallari, uniamoci, perché Metal: Hellsinger spacca notevolmente e lo fa rendendo ancora più metal un’esperienza à la Doom. Parliamo infatti di un frenetico e fuori di testa sparatutto a base di demoni, dove però a farla da padrona è la musica: vi ritroverete a essere al centro di sparatorie a base di riff, in cui ritmare i colpi produce spettacolari coreografie di distruzione.

E, ad arricchire il tutto, è il fatto che il gioco includa diversi brani originali da artisti come Serj Tankian (System of a Dawn), Mikael Stanne (Dark Tranquillity) o AlissaWhite-Gluz (Arch Enemy). Assolutamente da pescare dal vostro catalogo sparando il volume a palla.

SIGNALIS

  • Genere: survival horror
  • Sviluppatore: Rose-Engine
  • Su Game Pass da: ottobre 2022
  • Piattaforme: PC, console, Cloud

Spesso, durante le nostre live, vi raccomandiamo di tenere d’occhio le produzioni non di primissima linea e i nomi un po’ più nascosti, perché ci si possono trovare idee così ben fatte da entrare nella vostra top di giochi annuali. È anche il caso di SIGNALIS, che ha stregato il nostro Domenico Musicò nella recensione.

Parliamo di un videogioco survival horror che riprende e reinventa a suo modo i canoni classici del survival horror dei tempi andati, permettendovi di risolvere (o almeno provarci) un mistero in mezzo a creature inquietanti e in un’atmosfera difficile da dimenticare. Un’opera grandiosa nella realizzazione e controller alla mano.

Chained Echoes

  • Genere: gioco di ruolo
  • Sviluppatore: Mathias Linda
  • Su Game Pass da: dicembre 2022
  • Piattaforme: PC, console, Cloud

Chiudiamo la nostra selezione con una delle migliori uscite dell’anno, non solo su Game Pass ma a livello assoluto. Si tratta di Chained Echoes che, partendo dalla premessa di voler essere un omaggio ai tempi d’oro dei giochi di ruolo a turni, ne riprende le meccaniche e le rimescola in modo straordinariamente moderno ed efficace, senza il bisogno di storcere il gioco di ruolo verso il gioco d’azione.

Il risultato, complice anche una direzione artistica che fa lucidare gli occhi ai fan di capolavori senza tempo come Final Fantasy VI, è un JRPG a turni che può sedersi al fianco dei mostri sacri del genere, un miracolo del panorama indipendente che sarebbe davvero delittuoso farsi passare inosservato sotto il naso. E, se volete approfondire, il nostro Domenico nella recensione è stato davvero esaustivo ed entusiasta come raramente lo leggiamo.