News 2 min

Microsoft Flight Simulator, nuova feature pensata per farvi visitare Napoli

La città italiana menzionata nel changelog ufficiale di Asobo Studio

Microsoft Flight Simulator è finalmente disponibile per console, ma l’update 5 introduce nuove funzionalità anche su PC.

Il gioco è incluso in tutti gli abbonamenti a Xbox Game Pass, il servizio di Microsoft che fornisce i propri titoli al day one.

La versione per Xbox Series X e S appena lanciata, che abbiamo recensito contestualmente all’uscita, ha aumentato a dismisura la sua popolarità.

A contribuire a questa fama è il supporto garantito da Asobo Studio, che introdurrà una nuova meccanica richiestissima addirittura nel 2022.

Una nuova meccanica del titolo su Xbox Game Pass è però già stata progettata per l’arrivo su console e, tramite un aggiornamento, su PC.

Microsoft Flight Simulator ha infatti appena aggiunto i cosiddetti Discovery Flights, una funzionalità con cui viaggerete nelle città «di uno dei nostri trailer».

Nel changelog pubblicato nelle scorse ore viene menzionata Napoli, metropoli italiana definita «vibrante» al pari di quelle sudamericane.

«I Discovery Flights sono stati in origine ispirati da quelli che volevano volare in uno dei nostri trailer, spiegano da Asobo.

«I Discovery Flights vi piazzano nelle location più iconiche del pianeta, incluse location magnifiche come le Grandi Piramidi o il Monte Everest, o città vibranti come Napoli o Rio de Janeiro, in condizioni meteo ottimali perché possiamo volare e godervi la vista a vostro piacimento».

Due voli aggiuntivi sono inclusi in tutti i World Update disponibili gratuitamente nel marketplace del gioco.

Non sono solo queste le novità dell’aggiornamento, però, che su PC copre tutte le feature garantite su console e oltre.

Ci saranno 22 voli di prova per potersi allenare e apprendere le basi, segnalazioni più chiare sulla mappa del mondo, un assistente di volo cui delegare compiti e un miglioramento sensibile delle performance.

Da un punto di vista tecnico, è stato migliorato il supporto alle CPU multi core, è stato implementato un uso migliore della memoria e della GPU, i caricamenti sono ora più veloci e gli stutter sono stati ridotti.

Come riporta VGC, il CEO di Asobo Sebastian Wloch ha dimostrato in una diretta miglioramenti sul suo PC di 20-30 fotogrammi al secondo liberando fino al 25% di uso della CPU.

Insomma, i giocatori PC hanno di che essere felici, dopo aver dato già lo scorso anno il benvenuto a Xbox Series X – anche se non nel modo che potreste immaginare.

Dopo l’uscita sulle console next-gen, toccherà presto alla versione Xbox One, per il momento “sospesa” per ragioni tecniche.

L’idea è infatti portare questo e altro giochi della nuova generazione sulle vecchie console attraverso il cloud gaming.

Siete amanti dei simulatori difficili da padroneggiare? Anche se coi piedi ben piantati al suolo, Snowrunner può fare al caso vostro