News 2 min

Metal Gear Solid 3, il remake “vive” in Metal Gear Solid V

Tselinoyarsk rivive in The Phantom Pain.

Giorni fa, l’anticipazione dei colleghi del sito VGC ha diffuso la notizia secondo la quale Konami avrebbe in cantiere una sorta di remake di Metal Gear Solid 3 Snake Eater.

Da tempo si parla del fatto che il publisher giapponese avrebbe intenzione di far rivivere le avventure di Snake con un sequel o un rifacimento di un capitolo classico, cosa questa che sta diventando sempre più concreta con il passare delle settimane.

Diverse fonti hanno confermato al giornalista Andy Robinson che la compagnia giapponese sarebbe pronta a rispolverare i suoi franchise più famosi, compresi Castlevania Silent Hill.

Senza contare che la stessa Konami sembra voler riaccendere l’hype verso la saga di MGS, specie dopo alcune pubblicazioni sui social che hanno mandato in estasi i fan.

Ora, come riportato anche su Reddit, in attesa che il vero remake di Snake Eater venga annunciato al mondo intero, qualcuno ha ben pensato di includere una delle location storiche di MGS3 in Metal Gear Solid V The Phantom Pain.

Stiamo parlando di Tselinoyarsk, area nel sud-est dell’Unione Sovietica dove si trova l’impianto di progettazione segreto OKB-754.

Proprio nel 1964, la Missione Virtuosa e l’Operazione Snake Eater hanno preso il via con l’infiltrazione in quest’area specifica.

Come potete ammirare voi stessi nel video sottostante, grazie a un mod Tselinoyarsk è stata ricreata perfettamente in The Phantom Pain, lasciandoci fantasticare di quando potremo davvero ricalcare quella zona nel remake di Metal Gear Solid 3.

 

Ovviamente, si tratta di un risultato creato dai fan per i fan, visto che in Metal Gear Solid V non vi è alcun rimando esplicito alle location viste in Snake Eater, con buona pace dei fan storici.

Staremo a vedere se nel presunto – ma a questo punto alquanto probabile – remake di MGS3, verrà utilizzata la medesima impostazione vista proprio in questa sorprendente mod, abbandonando la visuale dall’alto vista nel gioco originale uscito su PS2 nel 2004.

Ricordiamo in ogni caso che l’ultimo capitolo di Metal Gear fu lo spin-off Metal Gear Survive, firmato da Konami dopo l’addio di Hideo Kojima sotto forma di survival cooperativo.

Ma non solo: avete visto an che il bellissimo diorama che “porta in vita” la storica Shadow Moses del primo Metal Gear uscito su PSOne?

Per concludere, se volete scoprire i migliori e i peggiori capitoli della serie di Metal Gear Solid date un’occhiata alla nostra classifica pubblicata sempre e solo sulle pagine di SpazioGames.

Se volete procurarvi un altro capolavoro di Hideo Kojima, potete acquistare Death Stranding su PC anche in una fantastica steelbook a prezzo davvero speciale.