News 2 min

Il Signore degli Anelli cambia casa: la maxi acquisizione è ufficiale (e non è l’unica)

Embracer Group mette a segno un altro colpo molto importante, ma non è l'unica acquisizione.

Un vero proprio colpo a sorpresa è stato ufficializzato nelle scorse ore: il gigante videoludico Embracer Group si è infatti assicurato tutti i diritti relativi al franchise Il Signore degli Anelli grazie a una nuova importantissima acquisizione.

Il gruppo ha infatti ufficializzato con un nuovo comunicato stampa di aver acquisito Middle-earth Enterprises, la divisione di The Saul Zaentz Company che include tutti i diritti relativi agli adattamenti di J.R.R. Tolkien.

In altre parole, questo consentirà al gruppo non solo di avere i diritti delle proprietà intellettuali relative ai videogiochi, ma anche per esempio a giochi da tavola, merchandise, parchi a tema e soprattutto sui film de Il Signore degli Anelli (trovate la trilogia cinematografica su Amazon) e de Lo Hobbit.

Si tratta di proprietà che erano state valutate precedentemente per almeno 2 miliardi di dollari, tuttavia entrambe le parti hanno deciso di non svelare l’effettiva cifra dell’acquisizione, che si presume essere davvero imponente.

Per i videogiochi già annunciati nel popolare universo, come l’ambizioso progetto in collaborazione con Weta Workshop e l’imminente Gollum, naturalmente non cambierà nulla e i lavori continueranno come già stabilito, ma c’è sicuramente curiosità di scoprire quale sarà il futuro della IP.

Embracer Group ha già annunciato di voler realizzare film spin-off dedicati a personaggi come Gandalf e lo stesso Gollum, ma è plausibile immaginare che anche i videogiochi ricopriranno un ruolo centrale nella loro nuova strategia.

Ma le sorprese non sono finite qui, perché il colosso videoludico ha anche annunciato di aver aggiunto al proprio portfolio Limited Run Games, Singtrix, Tuxedo Labs, Tripwire Interactive e Tatsujin, la sua prima compagnia giapponese.

Inoltre, sembra ci sia stata un’altra acquisizione di spessore: Embracer ha infatti annunciato di aver già preparato l’acquisizione di un altro colosso videoludico. Non è stato però svelato il nome di questo misterioso studio, ma viene anticipato che sarà il terzo o il quarto gruppo più importante ad essere acquisito.

Insomma, Embracer Group sembra proprio non avere alcuna voglia di fermarsi, dopo aver già messo a punto gli importanti colpi di Tomb Raider, Deus Ex e altri importanti brand di Square Enix.

Il gioco next-gen di Lord of the Rings immaginato dai fan potrebbe dunque diventare presto realtà: non resta che attendere ulteriori informazioni sui piani per rilanciare il brand non solo dal punto di vista cinematografico, ma anche videoludico.