News 2 min

Horizon Forbidden West, scoppia la polemica sull’aspetto di Aloy

Sui social media divampa la polemica sull'aspetto di Aloy dopo la presentazione di Horizon Forbidden West, considerata "poco femminile".

Pochi giorni fa abbiamo avuto modo di vedere lo State of Play di Horizon Forbidden West, che ci ha permesso di scoprire più nel dettaglio il nuovo capitolo di Guerrilla Games.

Il sequel di Horizon Zero Dawn ha impressionato i fan PlayStation soprattutto per la sua componente grafica, in grado di mostrare dei dettagli bellissimi, soprattutto considerando che sarà un gioco cross-gen.

L’attesa su Horizon Forbidden West è davvero tanta, come è stato dimostrato da un recente sondaggio, che ha svelato come la prossima avventura di Aloy sia l’esclusiva Sony più attesa del momento.

Per questo motivo i fan non saranno certamente sorpresi di scoprire come lo State of Play dedicato a questo titolo sia già diventato il più visto di sempre.

Tuttavia, non sono mancate le polemiche sui social media, come riportato anche da Game Rant, di natura sessista da parte di chi non ritiene la protagonista abbastanza «femminile».

Sui social scoppia la polemica sull'aspetto della protagonista Aloy.

Il look di Aloy rispecchia infatti quanto ci si aspetterebbe realisticamente in un mondo post-apocalittico, non indossando alcun trucco e risultando comunque riconoscibile grazie alle sue trecce rosse, ma secondo un utente online non assomiglierebbe affatto ad una «donna reale».

Per questo motivo ha deciso di condividere online un’immagine che ritrae Aloy modificata in maniera da avere un viso più magro, senza lentigini, trucco e rossetto, oltre che un sorriso risplendente.

Ha anche sottolineato come Sony abbia deciso di portare avanti questo trend delle donne «maschie» anche su The Last of Us Part II: evidentemente secondo l’autore del post, un personaggio femminile non è degno di essere rappresentato se non conforme ai suoi canoni di bellezza.

Fortunatamente, nonostante i 1.000 like di supporto al tweet, tra i commenti sono emersi diversi fan a sottolineare quanto non solo il suo commento sia incredibilmente sessista, ma anche insensato considerando il mondo post-apocalittico in cui è ambientata la saga di Horizon Zero Dawn.

Come sottolineato infatti da una fan, tutto ciò che la polemica sembra voler dire è che se una donna non indossa trucco, automaticamente non è considerabile degna di attenzione: la femminilità potrebbe dunque essere solo costruita artificialmente.

Tanti giocatori hanno deciso di manifestare pubblicamente supporto per l’aspetto di Aloy, al fine di contrattaccare la crescente negatività online, ma il solo fatto che sia nata questa polemica online è abbastanza sconcertante e dimostra che c’è ancora tanta strada da fare per combattere questi fenomeni.

Meglio concentrarsi dunque su tutti gli aspetti positivi della sua prossima avventura, come un particolare dettaglio della presentazione che ha incantato i fan.

Un utente ha anche trasformato un filmato gameplay rendendolo in 4K e 60fps, dandoci un’anticipazione di come potrebbe apparire un giorno su PS5 e PC.

Inoltre, sapevate che le ambientazioni di Horizon Forbidden West esistono davvero? Sono basate su luoghi presenti nella California centrale.

Se volete acquistare un’altra esclusiva PlayStation con una protagonista femminile, non perdetevi l’offerta dedicata a The Last of Us Part II su Amazon.