News 2 min

GTA V cancella le mod dei fan: “violazione del copyright”

Tantissime mod di GTA V sono state cancellate da Take-Two.

Take-Two nelle ultime ore ha deciso di lanciare un duro attacco contro la community dei modder di GTA V, decidendo di buttare giù e cancellare tantissime delle modifiche più popolari dell’ultimo capitolo di Rockstar Games.

La particolarità che ha fatto indispettire i fan è che non sono stati colpiti solamente progetti che miravano a riportare elementi provenienti da titoli passati, ma anche mod completamente originali, e che dunque si limitavano ad aggiungere contenuti a GTA V.

Non è la prima volta che il publisher dimostra la sua contrarietà ai lavori dei fan, dato che anche i remake di GTA III e Vice City erano stati cancellati per lo stesso motivo.

Ironicamente, fu però proprio il lavoro di un modder a migliorare i tempi di caricamento per GTA Online, al punto che Rockstar Games decise di ricompensarlo generosamente.

 

Come riportato da PC Gamer (via Eurogamer.net) inizialmente Take-Two aveva stabilito che avrebbero considerato violazioni di copyright solamente i lavori che avrebbero riportato elementi provenienti da altri giochi, come GTA III e Vice City appunto, dei quali detengono i diritti.

Adesso la situazione sembra essere cambiata, come segnalato dall’utente Ash_735 su GTA Forums, che ricorda come il publisher tentò già una mossa simile nel 2017, anno in cui sostiene che tentò di rendere tutte le modifiche illegali.

«[L’accordo] originale è stato stilato nel 2017 e può essere sintetizzato in “Non portate mappe/veicoli/contenuti da giochi GTA più vecchi o da altri videogiochi all’interno di RAGE” e “State lontani da [GTA] Online“.

È stato aggiornato senza informare la community, le parole sono state modificate ed è stato aggiunto un disclaimer in cui si dice che Take-Two può passare sopra a tutto ciò e, in sostanza, fare ciò che vogliono».

La pagina dell’accordo originale è stata inoltre esclusa dalla Wayback Machine, rendendo per i fan quasi impossibile verificare quali fossero le parole effettivamente scritte al suo interno.

In ogni caso, gli interventi non si stanno limitando unicamente ai contenuti originali di GTA V: anche le mod di San Andreas stanno venendo colpite dai DMCA.

Gli appassionati sperano dunque che il publisher possa tornare sui suoi passi e cambiare idea, anche se resta il mistero su come mai Take-Two abbia deciso di intervenire solo ora su questo genere di contenuti.

C’è infatti chi pensa che potrebbe essere un tentativo di proteggere i profitti delle versioni next-gen di GTA V, la cui uscita è imminente e che riceveranno un nuovo upgrade esclusivo.

Nel frattempo, c’è chi sta provando a portare GTA Vice City su Nintendo Switch, anche se con operazioni che sono al confine con la legalità.

Per quanto riguarda invece GTA 6, nonostante manchi ancora un annuncio ufficiali, diverse fonti avrebbero «confermato» la possibile data di lancio.

Se volete recuperare un altro capolavoro di Rockstar Games, potete acquistare Red Dead Redemption 2 al miglior prezzo su Amazon Italia.