News 2 min

FUT al centro di una grave operazione illecita (e c’entra PS4)

Emergono ulteriori dettagli sull'operazione della polizia ucraina

I fan dei prodotti calcistici attendono con ansia FIFA 22, ultimo capitolo della serie targata EA pronto ad arrivare sugli scaffali il 1 ottobre 2021, mentre FUT è protagonista di un’operazione illecita scoperta dalla polizia ucraina.

Il nuovo episodio avrà il compito di bissare il successo di FIFA 21 e di traghettare definitivamente il franchise nella next-gen.

Solo qualche giorno fa vi avevamo parlato di un coinvolgimento di PS4 in una procedura di mining illegale, e adesso un nuovo dettaglio collega l’avvenimento con l’IP di Electronic Arts.

Intanto continuano ad emergere ulteriori dettagli su FIFA 22, e un filmato inedito ha mostrato Lukaku e la nuova maglia dell’Inter.

La scorsa settimana la polizia ucraina aveva rinvenuto circa 3.800 PS4 all’interno di un capannone e aveva proceduto con il sequestro delle console, collegate a un’accusa legata al mining di criptovalute.

Adesso, il magazine ucraino Delo ha svelato che l’intento dei miner non era legato a Bitcoin o simili, bensì alle carte di Fifa Ultimate Team 2021 (via Eurogamer.net).

Al termine di questa procedura di grinding selvaggio, l’obiettivo finale dei malintenzionati sarebbe stato quello di vendere account carichi di crediti FUT e FIFA Points sul mercato nero.

I giornalisti di Delo hanno comunicato che i servizi di sicurezza ucraini hanno rifiutato di confermare o smentire questo dettaglio, adducendo come motivazione la segretezza dell’operazione.

Ulteriori sospetti arrivano da alcune foto diffuse al momento della scoperta originale, grazie alle quali è possibile notare una serie di dischi di gioco (presumibilmente di FIFA 21) spuntare dalle console.

Considerata la struttura di Fifa Ultimate Team, quanto accaduto non risulta eccessivamente sorprendente e accende ancora una volta i riflettori sui risvolti illeciti legati al fenomeno delle loot box.

Nel mese di marzo, dopo aver avviato un’investigazione ufficiale, era stata la stessa EA a confermare la vendita di carte sul mercato nero.

In seguito erano spuntate delle polemiche secondo le quali l’azienda avrebbe direttamente “indotto” i giocatori all’acquisto di loot box, subito seguite da una nota di smentita ufficiale.

Come vera e propria doccia fredda, questa settimana è giunta notizia che l’upgrade di FIFA 22 destinato a PS5 e Xbox Series X non sarà gratuito.

Se FIFA è la vostra passione, potete ricaricare i vostri FIFA Points acquistandoli comodamente su Amazon.