News 2 min

PS4 infrange un altro record (ma stavolta c’entra il mining)

La console è stata protagonista di un evento del tutto inaspettato

Il mercato delle criptovalute è in crescita costante, e in tempi recenti sono stati in molti ad avvicinarvisi, imparando e perfezionando tecniche di mining (che stavolta riguardano PS4).

La sorella maggiore di PS5 è nata in un tempo diverso e non ha vissuto le stesse difficoltà riscontrate dall’attuale ammiraglia di Sony, tuttora molto difficile da reperire.

Il rischio che la console next-gen rimanga introvabile fino al 2022 inoltrato è da prendere seriamente in considerazione, anche alla luce delle ultime dichiarazioni di AMD.

Le due “figlie” dell’azienda giapponese continuano a essere ancora molto legate, non solo per i titoli cross-gen che troveranno terreno fertile su entrambe, ma anche per motivi meno gradevoli, come un problema relativo agli upgrade.

La notizia che lega PS4 al mining arriva direttamente dall’Ucraina, dove la polizia si è trovata di fronte a uno spettacolo del tutto sorprendente.

L’operazione illegale è stata scoperta dai servizi di sicurezza del paese, reduci dall’aver confiscato un totale di 50 processori, 500 schede grafiche e circa 3.800 PS4 rinvenute in un magazzino (via WccfTech).

Si tratta di un modo quantomeno curioso di fare mining di criptovalute se si considera che per portare a termine un’impresa del genere è necessaria una buona larghezza di banda.

Malgrado si tratti di un hardware inusuale da utilizzare per un obiettivo simile, quello di PS4 è sembrato adatto ai possessori del magazzino, e l’incredibile numero di console deve aver in qualche modo sopperito alle loro modeste performance.

L’atto illecito è stato scoperto in seguito ad alcuni sbalzi di corrente riscontrati nella zona circostante, abilmente nascosti tramite la falsificazione di una serie di dati.

Per concludere, i miner hanno perso i processori, le schede grafiche e tutte le console, e saranno probabilmente costretti a pagare una multa salatissima non solo per l’operazione in sé, ma anche per aver truccato le bollette.

Se non avete ancora effettuato il passaggio a PS5 (per ovvi motivi) e state attualmente giocando su PC, da ora potrete mettere le mani sull’ultimo capitolo di God of War.

Se invece siete ancora indecisi su quale sia il momento giusto per effettuare il salto da old-gen a next-gen, dovete sapere che Avatar Frontiers of Pandora non sarebbe mai stato possibile su PS4.

Siete convinti che l’arrivo delle nuove console abbia portato con sé dei cambiamenti fin troppo turbolenti? Lo speciale del nostro Paolo Sirio è pronto a fornirvi una panoramica sul prezzo dei giochi e sull’impatto che ha avuto sulle tasche dei giocatori.

Volete recuperare qualche titolo che vi è sfuggito su PlayStation Store? Potete farlo comodamente acquistando una ricarica su Amazon.