News 2 min

FIFA 21, scandalo FUT: EA conferma la vendita di carte sul mercato nero

L'investigazione avviata da EA per lo scandalo di FIFA 21 ha confermato che dipendenti dell'azienda hanno venduto carte FUT sul mercato nero.

É arrivata una conferma importante dall’investigazione avviata da EA nei giorni scorsi per lo scandalo FUT di FIFA 21, rinominato anche EA Gate: dipendenti dell’azienda hanno effettivamente venduto carte sul mercato nero.

Nei giorni scorsi erano infatti arrivate diverse segnalazioni riguardanti la presunta vendita illegale di carte di Ultimate Team, da parte di persone che lavorano per EA

Un’accusa molto grave che è stata presa molto seriamente dall’azienda, che nelle ultime ore ha avviato un’indagine approfondita, individuando e sospendendo il metodo che sarebbe stato usato per diffondere illegalmente le carte.

Oggi GamesIndustry.biz ci segnala un nuovo aggiornamento da parte di EA, che ha confermato ufficialmente il coinvolgimento di uno o più account riconducibili al loro team.

EA ha confermato che uno o più dipendenti hanno venduto carte FUT sul mercato nero.

L’azienda è stata molto chiara sull’argomento e non ha voluto nascondersi, evidenziando come questo comportamento non è accettabile:

«Sembra che uno o più account EA, che sono stati compromessi o utilizzati in modo inappropriato da qualcuno all’interno di EA, hanno distribuito direttamente oggetti a questi account individuali.

Questo presunto comportamento è inaccettabile e non tolleriamo in alcun modo la garanzia o l’acquisto di giocatori in cambio di soldi».

EA ha comunque chiarito che l’investigazione è ancora in corso e che quando sarà ufficialmente conclusa verranno presi provvedimenti il prima possibile.

In particolare interverrà contro gli impiegati di cui verrà dimostrata la colpevolezza, per poi rimuovere da FIFA 21 tutti gli oggetti ottenuti illegalmente e bannare gli account che si sono resi protagonisti della compravendita.

Una presa di posizione netta da parte di EA, che conferma quello che molti giocatori sospettavano, purtroppo, da tanto tempo.

Non resta che aspettare ulteriori novità e sperare che la compagnia prenda le contromisure adeguate per impedire che questa spiacevole situazione possa ripresentarsi in futuro.

Nel frattempo, proprio su Ultimate Team è stata resa disponibile una speciale divisa contro il razzismo.

Se volete portare a casa FIFA 21, fatelo approfittando del prezzo del gioco su Amazon.