News 2 min

Elden Ring sta per diventare il primo soulslike a ritmo di jazz

Elden Ring è il jazz non vanno d'accordo? Probabilmente non lo direste dopo aver visto il primo concerto jazz dedicato al soulslike.

Il jazz è improvvisazione, tecnica ed eleganza, tutti elementi che ogni buon giocatore di Elden Ring deve tenere in considerazione.

Il soulslike di From Software, che potete trovare su Amazon, è stato un successo davvero importante, anche forse sopra le aspettative di molti.

E molti giocatori appassionati hanno effettivamente messo in pratica improvvisazione, tecnica ed eleganza in vari modi, come la streamer che ha provato a finire il gioco con un tablet.

Mentre si cominciano ad intravedere i primi segnali, ovviamente nascosti, di un DLC di Elden Ring, quello di From Software sta per diventare il primo soulslike a ritmo di jazz.

Le esplorazioni nell’Interregno possono essere effettivamente morbide e rilassanti come una jam session degna di questo nome. Questo è quello che deve aver pensato Bandai Namco, almeno.

Come riporta Twinfinite, infatti, Elden Ring sta per essere deliziato da una serata musicale, un concerto jazz in pochissime date.

L’evento sarà trasmesso in diretta da Hollywood e vedrà come protagonisti Kenny Garrett (vincitore di un Grammy Award) e l’artista jazz giapponese Takuya Kuroda.

Il titolo è “A Night in the Lands Between” e sarà ospitato il 3 dicembre 2022 presso la Bourbon Room.

La serata sarà incentrata sulle melodie della colonna sonora di Elden Ring eseguite in stile jazz, inclusa l’improvvisazione ovviamente.

Wataru Nakasuji, direttore senior degli eSport e dell’intrattenimento dal vivo di Bandai Namco Entertainment America, ha commentato:

«Mentre le colonne sonore dei videogiochi hanno visto variazioni come musica sinfonica e persino Rock n’ Roll, il nostro evento jazz “A Night in the Lands Between” sta esplorando un trattamento meravigliosamente diverso della colonna sonora di Elden Ring. Il maestro del jazz Kenny Garrett e il musicista di nuova generazione Takuya Kuroda sono entrambi musicisti veramente di livello mondiale, rispettati e rinomati dagli amanti del jazz di tutto il mondo, e ora stanno prestando i loro diversi talenti per dare vita a un nuovo modo creativo di fondere musica e videogiochi.»

Un binomio, quello tra musica e videogiochi, che proprio i Grammy Award vogliono incentivare con una nuova categoria dedicata.

Per chi davvero non riesce a fare a meno di Elden Ring, sappiate che nell’ultimo aggiornamento c’è un segreto da scoprire: eccolo qui.