News 3 min

Sì, effettivamente è in arrivo un nuovo trailer da Kojima – ma Abandoned non c’entra

Cosa fai quando i fan ti chiedono di montare in prima persona il trailer del tuo prossimo gioco? Se sei Hideo Kojima lo fai, che domande.

Si continua a parlare tanto di Hideo Kojima, in questo periodo, per motivi che in realtà esulano dal celebre game designer e game director giapponese: come vi abbiamo riferito, infatti, la telenovela Abandoned prosegue e, in attesa di scoprire cosa si nasconde dietro la misteriosa app del reveal del gioco di Blue Box Studios, sembra che parte della community sia passata dal credere che dietro ci sia un ritorno di Silent Hill al pensare che dietro ci sia addirittura Metal Gear.

Mentre gli amanti degli enigmi si stanno intrattenendo con un caso che ha in realtà perso smalto da più di qualche giorno (per non dire più di qualche settimana), effettivamente Kojima conferma di essere al lavoro su un nuovo trailer. Ma, come immaginerete, non si tratta di Abandoned. A meno che, certo, Abandoned non sia a questo punto anche sinonimo di Death Stranding: Director’s Cut.

Death Stranding: Director's Cut

In seguito alla pubblicazione del trailer della versione estesa del primo gioco della nuova Kojima Producitons, avvenuta allo State of Play di qualche settimana fa, Kojima interrogò subito i fan sul suo profilo Twitter: domandò, infatti, se volessero vedere un trailer montato direttamente da lui, anziché da un montatore preposto a quel compito. La risposta fu positiva.

Da allora, ecco che così Kojima si è messo a lavorare al video e, di tanto in tanto, ha condiviso sui social delle immagini che lo vedevano intento a realizzare il montato. Nelle scorse ore, è arrivato un ulteriore tweet, dove leggiamo:

Il montaggio del trailer di lancio di Death Stranding: Director’s Cut è quasi terminato. Non ho avuto tempo di sedermi tanto davanti al computer di montaggio e molto di questo montaggio è stato mentale, nella mia testa, ma sono riuscito a metterlo insieme.

Come ricorderete, il trailer di lancio dell’originale Death Stranding, nel 2019, si fece notare per la presenza di alcune scene da fasi molto avanzati dal gioco, che era comunque difficile ricollegare non avendo ancora messo le mani sull’opera: molti, tuttavia, gridarono allo spoiler e si generò una chiacchiera insistente sull’argomento.

Viene da domandarsi se, anche stavolta, l’autore opterà per l’inserimento di un corposo numero di cut-scene da momenti sparsi del viaggio di Sam Porter Bridges – e, soprattutto, se e quanto scopriremo qualcosa di inedito sui contenuti aggiuntivi di questa Director’s Cut, attesa su PS5 per il 24 settembre prossimo.

Questa versione del gioco includerà infatti alcune missioni aggiuntive che estenderanno la storia e che saranno integrate nel cammino di Sam via via che procederà. Ci saranno anche alcuni bonus extra, come un circuito dove sfrecciare con nuovi veicoli, ed equipaggiamenti inediti – tra armi e assistenti robotici per le consegne.

 

A proposito di questa riedizione del gioco, Kojima si era detto perplesso di fronte alla decisione di chiamarla Director’s Cut, essendo un termine cinematografico che ha però qui un diverso campo semantico rispetto a quello che riveste nella settima arte.

Potete scoprire tutti gli ulteriori dettagli, il prezzo e come ottenere la vostra copia di Death Stranding: Director’s Cut se possedete già il gioco su PS4 consultando il nostro articolo dedicato.

Di recente, vi abbiamo parlato anche di Il gene del talento e i miei adorabili meme, una raccolta di saggi firmati da Hideo Kojima appena pubblicati in italiano, in una ricca video recensione. E, se siete in vena di libri e vi siete innamorati dell’universo di Death Stranding, il momento è proficuo per dare un’occhiata alla recensione del romanzo ufficiale del gioco, ora in italiano.

Volete portare a casa Death Stranding: Director’s Cut? Potete già prenotarlo al prezzo minimo garantito in edizione retail su Amazon.