News 2 min

CD Projekt sapeva dei bug di Cyberpunk 2077? Spuntano video pre-lancio

Una serie sconvolgente di bug, glitch ed errori di ogni genere è al centro di tre nuovi video

Dal punto di vista della reputazione, CD Projekt non è uscita benissimo dal caso Cyberpunk 2077, nonostante il buon numero di vendite che ha consentito alla software house di ritagliare un corposo premio per il board.

Adesso, nuovi contenuti divulgati sul web rischiano di accrescere (in negativo) la gravità della situazione, rendendo lampante che il team polacco fosse a conoscenza dei problemi del suo action GDR ben prima del lancio.

Le polemiche successive all’uscita hanno portato al recente abbandono di Mateusz Tomaszkiewicz, il quale ha lasciato il posto in favore di Gabriel Amatangelo, nuovo game director del titolo.

La figura fresca di nomina avrà il compito di far riprendere la giusta rotta all’IP e lavorare ai prossimi contenuti, incluso uno sfuggente multiplayer di cui si parla da tempo senza avere in mano effettive prove della sua esistenza.

Il contenuto menzionato in apertura è composto da tre video che mostrano una lunga serie di bug precedenti all’uscita, raccolti in una sorta di amara compilation dai tester incaricati di operare sul prodotto.

In questi nuovi filmati è possibile vedere di tutto: NPC incastrati nelle porte, personaggi volanti, teste che si allungano e si accorciano, macchine prossime alla velocità della luce, espressioni al limite dell’umano e molti altri dettagli inquietanti.

Armandovi di coraggio, tramite i link seguenti potrete farvi un’idea più precisa di quanto vi abbiamo accennato, ma è bene avvisare che sono presenti contenuti vietati ai minori (via ResetEra).

La serie di errori, bug e glitch di ogni genere (risalenti a un periodo non meglio specificato ma probabilmente databile dal 2016 in poi) consente di fare luce su una corposa mole di problemi dei quali la stessa CD Projekt era indubbiamente a conoscenza.

Terza persona

Il contenuto che vi abbiamo appena mostrato si accompagna a un inaspettato ritorno della terza persona. Grazie a un filmato condiviso su Reddit, è possibile notare che la possibilità di cambiare visuale è effettivamente esistita nei piani di CD Projekt, come già ipotizzato.

È evidente che si tratta di una versione ancora embrionale di Cyberpunk 2077, ma questo non vieta di dare un’occhiata a ciò che il titolo sarebbe stato in grado di offrire adottando una prospettiva simile.

Ancora una volta, vi segnaliamo che il seguente filmato (datato 2013) è sconsigliato ai minori a causa di alcune scene esplicite.

Non sono pochi i giocatori che avrebbero desiderato un’opzione simile. Solo qualche mese fa, era stata infatti resa disponibile una mod che permetteva di girare per le strade di Night City proprio usufruendo della terza persona.

In seguito allo scandalo post-lancio, Jason Schreier di Bloomberg aveva parlato in modo approfondito del gioco, facendo notare che, in effetti, una visuale esterna al corpo era effettivamente esistita (almeno fino al 2016).

I contenuti omessi dal prodotto finale sono molti, e un utente ha mostrato un gran numero di location nascoste in un video di recente pubblicazione.

Se non avete ancora provato The Witcher 3, potete dargli una chance grazie all’ottimo prezzo proposto da Amazon.