News 2 min

Call of Duty Warzone, torna il glitch dell’invisibilità? Lo dimostra un video

Potrebbe essere una temuta piaga per i giocatori del battle royale

Stando alle segnalazioni di alcuni utenti, sarebbe tornato il glitch dell’invisibilità su Call of Duty Warzone.

Il battle royale di Call of Duty Black Ops Cold War ha sofferto a più riprese di questo grave problema, che sembra venire innescato ogni tanto dalle patch di Raven Software.

Soltanto pochi giorni fa il gioco ha accolto il più grande update di bilanciamento nella sua storia, e non è detto che non sia stato proprio quello a causarlo.

Contestualmente alle manovre per la stabilità del titolo, vengono portati avanti i lavori sui ban, che hanno appena colpito un’ampia porzione di cheater.

Please tell me I’m not loosing my mind, but did y’all see the guy? This was taken yesterday July 17th from CODWarzone

Nel weekend, sono però arrivate queste segnalazioni relative al famigerato e temuto glitch dell’invisibilità.

Come catturato in un video dai giocatori dell’ultimo Call of Duty, il glitch è molto semplice: si viene tempestati di proiettili senza riuscire a capire da dove provengano.

La killcam successiva alla morte del giocatore è abbastanza esplicativa: il nemico non si stava nascondendo ma era stato nel bel mezzo della mappa per tutto il tempo.

Il fatto che sia stato scorto nel replay ma non nel gioco è indice soltanto di una cosa, ovvero della probabilità molto elevata che il glitch dell’invisibilità sia tornato ancora una volta.

Non è chiaro cosa potrebbe averlo innescato stavolta, ma è scontato che Raven Software – che per ora tace sull’argomento in pubblico – stia già studiando queste clip e i suoi ultimi update per capire cosa sia andato storto.

Come riporta GamesRadar+, se questi episodi venissero confermati, si tratterebbe della quarta volta per il glitch in Call of Duty Warzone.

La prima risale alla fine del 2020 e in quel caso vennero disabilitati gli elicotteri d’attacco, che dopo l’interazione garantivano una finestra di invisibilità.

La seconda è del febbraio 2021, sebbene nella sola modalità Armored Royale; l’ultima a giugno, quando era stato necessario disabilitare i camion per ripristinare il gioco alla sua forma priva di “spettri”.

Chiaramente, sotto la lente d’ingrandimento sono finite anche le novità della Stagione 4 Furiosa appena iniziata.

Visto l’imponente numero di cheater sempre attenti a cogliere le sfumature più utili ai loro fini in ogni aggiornamento, potrebbe essersi aperta proprio lì una falla nel titolo.

Considerando che Warzone dovrebbe essere usato come piattaforma per il reveal del nuovo Call of Duty, però, Activision ha tutto l’interesse a liberarsi di questa piaga.

Il prossimo COD porterà la firma di Sledgehammer Games, gli autori di Call of Duty WWII: lo avete già giocato?