RECENSIONE PC 5 min

Marvel’s Spider-Man Miles Morales: come gira su PC? | Recensione

Scopriamo come se la cava Marvel's Spider-Man Miles Morales fuori dall’universo PlayStation, nella sua avventura standalone ora su PC.

È di certo un momento particolarmente florido per il personaggio di Spider-Man. Il grande successo al cinema della versione del MCU interpretata da Tom Holland, e quello dei fumetti Marvel Comics, grazie a un gran numero di saghe di successo (tra cui la recente Spider-Man Beyond), ha fatto sì che l’Amichevole Ragno di Quartiere abbia impattato anche il mondo dei videogiochi, visto che negli ultimi anni sono apparsi almeno due titoli in grado di dare nuova linfa al personaggio, con un terzo attualmente in sviluppo che promette grandi cose.

Marvel's Spider-Man Miles Morales

Piattaforma:
PC
Genere:
action-adventure
Data di uscita:
18 Novembre 2022
Sviluppatore:
Insomniac Games
Distributore:
Sony Interactive Entertainment

Stiamo ovviamente parlando di Marvel’s Spider-Man di Insomniac Games, un franchise ormai ben noto agli appassionati della Casa delle Idee, il quale è composto al momento da due capitoli ben distinti: Marvel’s Spider-Man (inclusa la versione remastered) e Marvel’s Spider-Man Miles Morales.

Proprio quest’ultimo è ora pronto ad approdare su PC come il suo predecessore ha fatto solo pochi mesi fa, con in più tutta una serie di novità di rilievo – specie lato tecnico – in grado di dare una spinta ulteriore al progetto, il tutto dopo che diversi giochi first party di PlayStation hanno da poco seguito l’esempio, come Sackboy Una grande Avventura, Horizon Zero Dawn prima e God of War poi, oltre (appunto) anche a Marvel’s Spider-Man Remastered e il notevole Uncharted Raccolta L’Eredità dei Ladri (che trovate anche in versione console su Amazon a ottimo prezzo).

Scopriamo quindi come se la cava il giovane Miles fuori dall’universo casalingo di PlayStation, nella sua prima e al momento unica avventura standalone.

Marvel’s Spider-Man Miles Morales, storia e gameplay

Dopo le vicende dell’originale Marvel’s Spider-Man, il giovane Miles sta cercando di adattarsi alla sua nuova realtà mentre, nel ruolo di nuovo Arrampicamuri, cercherà con grande forza di volontà di seguire i passi del suo predecessore, ossia Peter Parker. Caricarsi sulle proprie spalle la responsabilità di diventare Spider-Man, in un momento di assenza del “vero” eroe da New York, farà sì che il viaggio che porterà Miles a diventare il punto di riferimento per i cittadini metterà parecchia pressione al giovane, incapace di mostrare da subito i suoi veri intenti.

La situazione, però, è destinata a cambiare, non appena una guerra di potere minaccerà di distruggere la città. Solo in quel momento il nuovo eroe capirà che «da grandi poteri derivano grandi responsabilità», visto che per salvare la Grande Mela il giovane Miles dovrà raccogliere il testimone e dimostrarsi un Arrampicamuri all’altezza. Ci riuscirà? Ovviamente, starà a voi scoprirlo.

Proprio come la versione console uscita al lancio di PS5, anche per quanto riguarda l’edizione PC Miles Morales è un more of the same del primo capitolo realizzato da Insomniac, una sorta di costola del gioco uscito nel 2018 dal quale prende di peso stile e gameplay.

Potremo infatti volteggiare per la mappa di Manhattan, il tutto mentre saremo chiamati a risolvere missioni primarie e secondarie, come la risoluzione di crimini in corso avvistati al momento e molto altro ancora. Miles Morales scoprirà presto che padroneggiare i poteri che lo distinguono dal suo mentore saranno una marcia in più, inclusa la scarica venom bioelettrica e i poteri di occultamento.

L’esplorazione è del tutto identica a quella vista (e apprezzata) nel primo Marvel’s Spider-Man: potremo infatti sparare ragnatele tra i grattacieli volteggiando a tutta velocità, per poi lasciarci cadere nel vuoto guadagnando velocità, il tutto tra i grattacieli della Grande Mela e sotto gli occhi stupefatti dei passanti.

Poco sorprendentemente, anche il combat system eredita di peso quello del gioco precedente (e della versione PC), inclusa ovviamente la mappatura dei controlli: Miles sarà infatti spesso chiamato a fronteggiare un gran numero di avversari contemporaneamente, i quali tenteranno spesso e volentieri di accerchiarvi. La possibilità di colpirli con pugni e calci, schivare i loro colpi, scagliargli contro oggetti o immobilizzarli con le vostre ragnatele, andrà di pari passo con un buon numero di gadget a nostra disposizione.

Spettacolarità e velocità sono le parole chiave, visto che sia l’esplorazione che le sequenze di combattimento non risulteranno mai troppo complesse o inappaganti. Nota a parte per la cosiddetta barra ‘Venom’: questa permetterà infatti a Miles di eseguire attacchi ancora più potenti, utile ad abbattere la guardia di nemici particolarmente coriacei, oltre a permetterci di recuperare parte della nostra energia.

A tentare di variare l’offerta intervengono alcuni timidi momenti stealth, i quali ci lasceranno la libertà di scegliere se proseguire con un approccio diretto o provare a rimanere nascosti nell’ombra (sì, proprio come fosse un qualsiasi Batman Arkham). Purtroppo, nonostante la bontà di fondo, queste fasi risultano più un pretesto per rompere la monotonia che altro, visto anche che la IA dei nemici non sembra pensata per darci la caccia in situazioni come queste.

Pur non avendo un gameplay chissà quanto profondo, Marvel’s Spider-Man Miles Morales è tanto divertente quanto appagante: i quattro livelli iniziali di difficoltà renderanno inoltre l’esperienza adattabile alle necessità del giocatore, non risultando mai frustrante sulla lunga distanza. Purtroppo, però, a rovinare parte del ludogodimento ci penserà una certa ripetitività di fondo, visto che molte delle missioni presenti, sia primarie che secondarie, tendono pericolosamente ad assomigliarsi tra di loro.

Analisi tecnica

Dopo la nostra prova, Marvel’s Spider-Man Miles Morales su PC è risultato essere un gioco davvero bellissimo da vedere, con qualche spigolo da correggere nelle prossime settimane con le consuete patch di rito. Abbiamo provato il tutto su un Lenovo Legion Slim 7i, con processore Intel i7-12700H e una scheda video NVIDIA GeForce RTX 3060. Il gioco, al netto della buona resa, è vittima di un frame rate non sempre impeccabile, sebbene le oscillazioni riscontrate non siano mai state particolarmente gravi o in grado di inficiare l’esperienza nella sua interezza.

Ma non solo: la versione PC di Miles Morales introduce una serie di impostazioni della qualità grafica per adattare il gioco a una discreta varietà di dispositivi differenti, così come la frequenza di aggiornamento dei fotogrammi sbloccata e la compatibilità con DLSS 2 e DLSS 3 NVIDIA, DLAA NVIDIA e Reflex NVIDIA (per la riduzione della latenza) sono sicuramente degni di nota. Anche il supporto alle tecnologie AMD FSR 2.0, Intel XeSS e IGTI per l’upscaling grafico, vanno di pari passo ai riflessi e alle ombre migliorate con la tecnologia ray-tracing, che male non è.

Ovviamente, attivare la tecnologia ray-tracing con impostazioni davvero molto elevate (specie se si è in possesso di una GPU con meno di 10GB di memoria video) potrebbe dare qualche problema alle performance generali – sebbene appare scontato dire che l’implementazione di questa feature dia una marcia in più a Marvel’s Spider-Man Miles Morales, rendendo il gioco un vero spettacolo per gli occhi, in maniera sensibilmente maggiore rispetto alla controparte per console PlayStation 5 uscita ormai due anni fa (ma ancora in grado di farsi piacere anche e soprattutto dal versante puramente tecnico).

Ricordiamo che i requisiti minimi vi richiederanno obbligatoriamente 8 GB di RAM di memoria (e 75 GB di spazio disponibile sui vostri hard disk), oltre ad almeno una scheda video NVIDIA GTX 950 o una AMD Radeon RX 470, quindi controllate bene ciò che è in grado di far girare il vostro PC da gaming prima di lanciarvi all’avventura con Miles.

Da sottolineare anche il supporto ai monitor ultrawide, dando modo di utilizzare risoluzioni 16:9, 16:10, 21:9, 32:9 e 48:9 (queste ultime, con triplo monitor, sono compatibili con NVIDIA Surround o AMD Eyefinity). Infine, nel caso siate anche felici possessori di un DualSense, grazie al feedback aptico e ai grilletti adattivi collegando il controller PlayStation tramite cavo USB, potrete giocare sfruttando le peculiarità del pad Sony, sebbene sia inclusa anche la possibilità di giocare coi tradizionali mouse e tastiera grazie alla possibilità di impostare comandi personalizzabili.

Marvel's Spider-Man Miles Morales

Piattaforme: pc
Marvel's Spider-Man Miles Morales su PC è lo stesso, ottimo gioco visto e giocato due anni fa su console PlayStation 5, con in più il consueto boost offerto dalle potenzialità dei vostri PC gaming: bellissimo da vedere, con qualche incertezza lato frame rate che verrà senza dubbio corretta nelle prossime settimane con le consuete patch di rito, il gioco soffre una certa ripetitività di fondo, oltre ad essere 'solo' un more of the same del precedente Marvel's Spider-Man. Vestire la calzamaglia dello Spidey di Harlem è in ogni caso un'esperienza da vivere, specie nel caso in cui ve la foste persa su PS5.

Pro

  • Miles Morales è uno Spider
  • Man sempre affascinante
  • Volteggiare tra i grattacieli ha sempre il suo perché
  • Tecnicamente ottimo...

Contro

  • ... nonostante qualche inciampo lato frame rate
  • A tratti ripetitivo, proprio come su PS5