Pokemon Direct, il recap della presentazione – Speciale

Tra un remake inaspettato ed il primo season pass della serie

SPECIALE
A cura di Francesco Corica - 9 Gennaio 2020 - 17:11

Si è da poco concluso il primo Direct dell’anno, interamente dedicato a Pokémon e quasi interamente a Spada e Scudo, le ultime fatiche di Game FREAK uscite su Nintendo Switch. C’è stato anche spazio per celebrare i quindici anni dall’uscita ufficiale dei primi capitoli di Pokémon Mystery Dungeon in Giappone, grazie all’annuncio del remake dedicato: Pokémon Mystery Dungeon: Squadra di Soccorso DX è infatti il rifacimento dei primi due capitoli usciti su Game Boy Advance e Nintendo DS (Squadra di Soccorso Rossa e Blu, rispettivamente), che uscirà il 6 marzo su Switch. Una demo è stata inoltre resa disponibile sull’eShop, i cui dati di salvataggio potranno essere importati nella versione completa.

Pokemon Direct, il recap della presentazione – Speciale

Tempo di espandersi, per Spada e Scudo

Messo in bacheca questo annuncio a sorpresa, si passa al piatto forte e vero motivo dell’appuntamento con questo Pokémon Direct: l’annuncio di un Pass di Espansione per Pokémon Spada e Scudo.

In passato, Game FREAK aveva rilasciato versioni rivedute dello stesso titolo per aggiungere nuove feature (ad esempio Platino, Ultra Sole e Ultra Luna): questa volta, invece di fare delle versioni “Ultra Spada ed Ultra Scudo”, è stato deciso di continuare ad aggiornare questo titolo e permettere di proseguire la propria avventura nella regione di Galar con lo stesso salvataggio. Il season pass sarà diviso in due parti, denominate “L’isola solitaria dell’armatura” e “Le terre innevate della corona”.

La prima parte metterà a disposizione un dojo in cui allenarsi: i nostri protagonisti diventeranno allievi del maestro Mustard, che a quanto pare è anche stato campione di Galar e ha allenato quello attuale. Vi sarà anche un nuovo rivale, diverso a seconda della versione di gioco scelta: Sofora (che usa Pokémon di tipo Veleno) per Spada e Savory (specialista nel tipo Psico) per Scudo.

Verrà inoltre introdotto un nuovo leggendario di tipo Lotta, Kubfu, che diventerà nostro non appena completeremo l’addestramento. Kubfu potrà in seguito evolversi in Urshifu e potrà utilizzare due stili di lotta diversi, che ne cambieranno anche il tipo (il primo lo porterà a diventare un Lotta/Buio, il secondo Lotta/Acqua). Anche la versione Gigantamax del Pokémon varierà a seconda dello stile scelto, guadagnando anche una mossa Gmax esclusiva.

Pokemon Direct, il recap della presentazione – Speciale

La seconda parte è invece ispirata all’esplorazione vera e propria in una nuova terra invernale, che sembra rappresentare una seconda landa selvaggia. Sarà presente anche una nuova modalità co-op, grazie alla quale potremo unirci ai nostri amici per esplorare le caverne sotterranee; a volte potrebbero apparire Pokémon leggendari apparsi in precedenti giochi (come Mewtwo, Solgaleo e Lunala) in versione Dynamax, o perfino incontrarne di nuovi.

Nel trailer sono stati infatti mostrati dei Pokémon assomiglianti agli uccelli leggendari di prima generazione (Articuno, Zapdos e Moltres) e ai golem della terza (Regirock, Regice e Registeel), ma potrebbe anche trattarsi di varianti regionali degli stessi. Ci sarà anche una nuova storia riguardante Calyrex, nuovo Pokémon leggendario di tipo Psico/Erba, che pare una volta regnasse su queste terre.

Pokemon Direct, il recap della presentazione – Speciale

Duecento Pokémon di ritorno

Grazie al Season Pass, saranno resi di nuovo disponibili più di 200 Pokémon non presenti nell’attuale Pokédex di Galar, incluso il ritorno di Venusaur e Blastoise con nuove forme Gigantamax; anche gli starter di questa generazione (Rillaboom, Cinderace ed Inteleon) avranno a disposizione una nuova forma gigantesca per l’occasione.
Saranno introdotte anche tante nuove possibilità di personalizzazione del personaggio e della propria bicicletta. Da adesso sarà inoltre più probabile trovare alcune varianti Gigantamax nelle raid online (Coalossal, Lapras, Flapple e Appletun).

È stato inoltre reso disponibile un update gratuito che ci permetterà di ottenere fin da subito (senza bisogno di acquistare il Season Pass) uno Slowpoke di Galar, che potremo far evolvere nelle varianti regionali di Slowbro e Slowking una volta ottenuti gli appositi strumenti evolutivi presenti nelle due parti.
Il season pass costerà 29,99€, mentre la data d’uscita è fissata per la fine di giugno per la prima parte, autunno per la seconda.

Pokemon Direct, il recap della presentazione – Speciale

La nuova casa dei Pokémon

Spazio anche per una breve menzione di Pokémon Home, l’app per smartphone che andrà a sostituire la Pokémon Bank presente su Nintendo 3DS e che ci permetterà di trasferire i nostri vecchi compagni su Spada e Scudo – purché presenti nel Pokédex.

Al momento sappiamo solo che l’uscita è prevista per febbraio, mentre Game Freak promette di darci maggiori dettagli sul funzionamento della stessa nel prossimo futuro.

Questa volta, sembra che Game FREAK abbia deciso di non pubblicare una versione “definitiva” dei suoi ultimi giochi Pokémon, ma che invece voglia puntare sulla strada degli aggiornamenti continui. Il season pass di Spada e Scudo promette di continuare a espandere l’avventura, grazie all’aggiunta di nuove aree, nuovi (e vecchi) Pokémon e nuove personalizzazioni. Il tutto, senza dimenticarci del remake a sorpresa del primo Mystery Dungeon, di cui non vedevamo un nuovo capitolo da oltre tre anni.




TAG: nintendo direct, pokémon, Pokémon Mystery Dungeon DX, Pokémon Spada e Pokémon Scudo