GTA 6 doveva essere più grande di GTA 5, ma Rockstar ha cambiato idea

Torniamo a parlare di GTA 6, con dei piani originali emersi che prevedevano ben quattro personaggi giocabili e tre città complete.

Immagine di GTA 6 doveva essere più grande di GTA 5, ma Rockstar ha cambiato idea
Avatar

a cura di Valentino Cinefra

Staff Writer

GTA 6 è al centro delle attenzioni grazie al recente report di Jason Schreier, che ha diffuso molte informazioni al riguardo.

Mentre Rockstar Games è impegnata con GTA Online e l’arrivo della versione PS5 di Grand Theft Auto V (la trovate qui su Amazon ad un ottimo prezzo), del nuovo Grand Theft Auto si comincia a parlare solo tramite indiscrezioni.

Va detto che il titolo almeno è stato confermato, in maniera molto rapida e sommessa, dalla stessa Rockstar qualche tempo fa.

L'ultimo report di Schreier parlava di un GTA 6 con protagonista donna, per la prima volta, insieme ad una struttura da live service game con vari aggiornamenti per missioni e mappe.

A qualche ora dalle indiscrezioni del giornalista di Bloomberg, arrivano delle altre informazioni a supporto di quello che è stato lo sviluppo di GTA 6.

Come riporta Eurogamer.net, a quanto pare ad un certo punto il nuovo Grand Theft Auto sarebbe dovuto essere un titolo molto più grande del previsto.

Schreier aveva già accennato che i piani iniziali di Rockstar erano diversi per GTA 6 che poi avrebbe, usiamo sempre il condizionale, virato per una coppia di protagonisti e una città ispirata a Miami.

A fare eco al giornalista c'è Stephen Totilo di Axios, che su Twitter ha diffuso altre informazioni da una sua fonte per quanto riguarda il concept iniziale del gioco.

GTA 6 avrebbe dovuto essere un titolo mastodontico a quanto pare, con ben quattro protagonisti e addirittura tre città giocabili.

Una speculazione che già era emersa in passato qua e là, con l'idea che il nuovo capitolo della saga Rockstar sarebbe potuto essere ambientato addirittura in tutti gli Stati Uniti.

Anche con quattro protagonisti e tre città si sarebbe rivelato un gioco più grande di GTA 5, e non di poco, ma Rockstar avrebbe deciso di cambiare rotta per creare un progetto più sostenibile a livello pratico.

Anche e soprattutto per avere un ambiente di lavoro più sano e una nuova ottica lavorativa, che si rifletterà anche sui videogiochi futuri dell'azienda.

Chissà se GTA 6 sarà anche lontanamente paragonabile a questo splendido lavoro in Unreal Engine 5, che ci fa sognare il futuro.

Nel frattempo, qualcuno nel mondo reale sta combattendo l’hype come può: aprendo il ristorante di GTA.