News 2 min

GTA 6, e tutti i prossimi giochi Rockstar, saranno più politicamente corretti

Aria di cambiamento in casa Rockstar. La software house ha fatto un lavoro di sensibilizzazione interna e per i prodotti, come GTA 6.

Rockstar Games sembra intenzionata a cambiare davvero, perché GTA 6 e in generale tutte le produzioni future, saranno più politicamente corrette.

Se Grand Theft Auto V (lo trovate qui su Amazon ad un ottimo prezzo) è stato una grandissima satira della società, pare che in futuro cambieranno alcune cose.

Proprio nell’ultimo episodio, di recente, Rockstar aveva aggiustato il tiro rimuovendo alcune frasi considerate offensive dalla community, e dal team di sviluppo stesso.

E mentre tutti stiamo aspettando GTA 6, che almeno è stato confermato anche se in maniera molto rapida e sommessa, pare che Rockstar lavorerà in maniera molto diversa in futuro.

Jason Schreier ha di recente sciorinato tantissime informazioni su Rockstar e GTA 6 in un recente report su Bloomberg.

Il giornalista, raccogliendo molte informazioni e testimonianze anche da parte dei membri team di sviluppo, racconta di una Rockstar Games molto più consapevole e attenta rispetto ai temi attuali.

Sembra che questa rinnovata consapevolezza parta dall’estate del 2020, dopo l’uccisione di George Floyd da parte di un agente di polizia, evento che ha portato all’esplosione del movimento Black Lives Matter.

Rockstar Games aveva pensato una modalità per GTA Online chiamata Cops ‘n’ Crooks, una sorta di guardie e ladri in stile GTA. Modalità che fu giudicata irrispettosa, visto quello che stava succedendo nel mondo reale, perché avrebbe permesso ai giocatori di giocare nei panni di poliziotti che avrebbero ucciso criminali (e viceversa).

Questa è stata se non la prima, ma sicuramente una delle azioni politicamente sensibili messe in atto da Rockstar. Se Grand Theft Auto V era una parodia nichilista che lanciava insulti a tutto e tutti, pare che all’interno dell’azienda il tono non fosse molto diverso.

I dipendenti di Rockstar hanno descritto una cultura del posto di lavoro piena di alcol, risse ed incursioni negli strip club. L’azienda è stata uno dei primi simboli di un problema a livello di ore di lavoro nel settore, noto come crunch. Un problema che ha portato, nel 2018, i dipendenti Rockstar a denunciare questi comportamenti irrispettosi.

Da quel clamore, Rockstar ha tentato di reinventarsi come un luogo di lavoro più progressista e compassionevole, secondo le interviste con più di 20 persone che ci lavorano o se ne sono andate di recente. Un approccio più attento che verrà riversato anche nelle prossime produzioni.

Alcuni lavoratori attuali addirittura si stanno chiedendo come sia possibile creare giochi in questa “nuova” Rockstar, e che aspetto possa avere un Grand Theft Auto nell’ambiente di oggi. Inoltre, alcuni di loro hanno sottolineato che non si può realmente fare una satira sull’America di oggi, perché è già una satira di se stessa.

Mentre Rockstar si trasformerà in un’azienda più politicamente corretta dentro e fuori, pare proprio che GTA 6 avrà alla fine proprio una protagonista femminile, come emerso dallo stesso report.

E speriamo che possa uscire anche presto una data di uscita, senza essere costretti ad affidarsi solo all’ennesima indiscrezione.