Jason Schreier si aspetta rinvii imminenti da “tutte” le compagnie videoludiche

La situazione non è molto chiara e probabilmente non lo sarà per ancora qualche altra settimana

News
A cura di Paolo Sirio - 3 Aprile 2020 - 17:33

Jason Schreier si aspetta rinvii imminenti da “tutte” le compagnie videoludiche.

Il giornalista di Kotaku ha rivelato, nella risposta ad un follower, che altre operazioni simili a quelle che hanno coinvolto The Last of Us Part II sono quasi scontate.

Schreier aveva anticipato la notizia di ieri sera di qualche minuto, spiegando che aveva saputo, grazie a fonti di Naughty Dog, come questo rinvio fosse dovuto esclusivamente a questioni logistiche quali la stampa delle copie fisiche, e la loro distribuzione e vendita.

A quanto pare, le stesse difficoltà sarebbero condivise da molteplici studi ed editori oltre a Sony, sebbene non ci sia dato sapere quanto queste difficoltà possano essere estese lungo il calendario delle uscite del 2020.

Jason Schreier si aspetta rinvii imminenti da “tutte” le compagnie videoludiche

Per farla breve, abbiamo capito che i giochi fino al 29 maggio – data precedente di The Last of Us Part II – sono tutti molto più che a rischio, ma quelli in uscita a giugno, come Ghost of Tsushima e Wasteland 3, rinviato pochi giorni fa?

Su questo la situazione non è molto chiara e probabilmente non lo sarà per ancora qualche altra settimana.




TAG: the last of us part ii