Naughty Dog spiega i motivi del nuovo rinvio di The Last of Us Parte II

Una scelta sofferta ma sensata.

A cura di Marcello Paolillo - 2 Aprile 2020 - 20:26

Pochi minuti fa, Naughty Dog ha confermato che The Last of Us Parte II è stato nuovamente rinviato a causa dell’emergenza sanitaria in corso.

Il gioco, atteso, precedentemente il 29 maggio 2020, è ora stato posticipato a data da destinarsi.

Ora, attraverso il suo profilo Twitter personale, il giornalista Jason Schreier di Kotaku ha rivelato le prime informazioni ufficiali sulle reali motivazioni del rinvio.

Sony ha deciso di rinviare The Last of Us II a tempo indefinito a causa della pandemia di coronavirus. Una fonte di Naughty Dog mi ha riferito che il gioco è praticamente completo, e questa decisione è stata presa esclusivamente per motivi economici e logistici.

Insomma, la scelta sarebbe legata a specifiche ragioni di mercato, prese da Sony Interactive e Naughty Dog. Non ci resta che attendere una nuova comunicazione ufficiale quanto prima, magari rivelandoci la nuova data di rilascio del gioco.

The Last of Us Parte II è in ogni caso sempre previsto in esclusiva assoluta su console PS4.

Fonte: Kotaku




TAG: breaking news, the last of us parte II