News 2 min

Il videogioco di Scarface poteva avere un seguito: ecco il sequel cancellato

Scarface: The World is Yours non ha mai avuto un seguito, perché è stato cancellato. Oggi è emerso un filmato di quel sequel mai nato.

C’era un epoca in cui i tie-in videoludici dei film erano molti, e spesso non di grande qualità, e anche Scarface ha avuto la sua trasposizione videoludica.

Lo storico film con Al Pacino, che trovate anche su Amazon in Blu-Ray, è indubbiamente una di quelle pellicole che hanno fatto la storia del cinema.

E le similitudini con Grand Theft Auto sono molte, a ben vedere. In particolare con Vice City, che tra i tanti capitoli della saga Rockstar è quello più vicino alla pellicola.

Il quale, a proposito di cose cancellate, ha alcune missioni che sono state tagliate dal gioco. Una di queste è stata scoperta di recente.

Scarface: The World is Yours uscì nel 2006 per PlayStation 2, Xbox, PC e Nintendo Wii (alla faccia della console per bambini…).

Il gioco ovviamente ripercorreva le vicende di Tony Montana, in una struttura fortemente ispirata al free roaming di Grand Theft Auto.

Il titolo non ha mai avuto un seguito, anche se lo sviluppo fu intrapreso per un periodo. Tony Montana avrebbe viaggiato a Las Vegas, continuando la sua scalata di potere.

Ora un filmato di quel sequel cancellato è stato scoperto, e il canale Mafia Game Videos (nomen omen) su YouTube lo ha diffuso:

 

Le condizioni del gioco sono ovviamente preliminari, perché ciò che vedete qui sopra è la pre-alfa di questo Scarface 2.

Il gioco pare sia stato cancellato nel momento in cui lo sviluppatore Radical Entertainment fu acquisito da Activision, che eliminò il progetto nel 2008.

C’è da dire che, probabilmente, non sentiamo troppo la mancanza di questo titolo, visto quanto GTA ha dominato il mondo dei videogiochi.

A questo proposito, qualcuno ha ricreato GTA Vice City in Unreal Engine 5 e sembra davvero una città reale, piena di… vizi.

Mentre GTA 6 ancora latita, sebbene sia stato annunciato. Continuano a trapelare informazioni ma nessuna conferma da parte di Rockstar.