News 2 min

I giocatori PS5 spendono più in microtransazioni che in giochi

I giocatori PlayStation 5 spendono molto di più in microtransazioni che in giochi rispetto a quanto facevano gli utenti PS4.

Quello delle microtransazioni è sicuramente uno dei temi più caldi degli ultimi anni, che non smette di generare polemiche su polemiche.

Molti sono gli utenti che si sono espressi duramente su di esse, manifestando apertamente la volontà di non volerle vedere più inserite nei giochi del futuro, ma sarà davvero così?

Nonostante il malcontento dei giocatori a riguardo sembri essere abbastanza generalizzato, infatti, quello che pare un coro unico di voci che si innalzano all’unisono e si battono è più fievole di quanto ci si aspetti.

Già negli scorsi mesi erano usciti dei dati di vendita diffusi dalla stessa Activision Blizzard, i quali hanno rivelato quanto in effetti i giocatori amino molto le microtransazioni.

Questi dati vengono adesso confermati anche per quanto riguarda gli utenti PlayStation 5 (trovate il DualSense su Amazon), nello specifico in occasione di una presentazione nel suo Game & Network Services Segment.

Come riportato da Gamerant, durante la presentazione è stata mostrata una pagina contenente alcuni dati riguardo le spese dei giocatori su PS5 messe a confronto con quelle PS4.

Vediamo che durante la finestra di lancio di PS5 le spese sulla console sono aumentate del 15% rispetto alla stessa finestra temporale per PS4, ma ciò che attira maggiormente l’attenzione è che il grafico delle spese per i giochi completi è diminuito drasticamente.

I giocatori PS5, infatti, hanno speso la bellezza del 21% in meno sui giochi rispetto a quelli PS4, ma il dato più significativo è che la spesa sui titoli completi PS5 è stata, in un certo senso, compensata da quella sui cosidetti “add on“, incrementata del 247% rispetto alla stessa su PS4.

Questo vuol dire che i giocatori PS5 hanno speso molto di più per microtransazioni, DLC, valute digitali e simili rispetto a quanto possono avere speso sui giochi.

Di seguito ecco il grafico di riferimento:

Ci sono ovviamente una serie di circostanze da prendere in considerazione, come il fatto che solamente negli ultimi anni i free-to-play stanno dimostrando davvero il loro potenziale, e bisogna constatare anche che PS5 alla sua uscita aveva molti più giochi del genere a supporto rispetto a PS4.

Tuttavia, si tratta sicuramente di dati significativi che ci fanno pensare e, a proposito, ecco come ha intenzione di comportarsi Hogwarts Legacy col tema microtransazioni.