News 2 min

I fan contro il prezzo di Tactics Ogre: «una rapina a mano armata»

Il ritorno di Tactics Ogre con Reborn è ufficiale, ma la scelta dei 49,99 euro di listino di Square Enix non è passata inosservata.

Dopo che numerose indiscrezioni si erano inseguite, nelle scorse ore è arrivata la conferma ufficialeTactics Ogre Reborn è realtà e permetterà ai fan dei giochi di ruolo strategici di rivivere con una rinfrescata tecnica uno dei più grandi classici del genere.

Se molti hanno esultato per questo ritorno, che è stato calendarizzato per il prossimo 11 novembre, altri sono rimasti più perplessi davanti al prezzo di listino scelto da Square Enix. Andando nella pagina Steam del titolo, infatti, è possibile vedere che i pre-ordini ammontano a 49,99 euro – praticamente un prezzo pieno per un’uscita su PC.

E le reazioni, come immaginerete, non hanno tardato ad arrivare, soprattutto perché parliamo di una versione «basata su quella del 2010», come recita l’annuncio di Square Enix, con «grafica e audio migliori, oltre a dinamiche rifinite che danno vita a un Tactics Ogre rinnovato ma fedele alle sue origini». 

Per alcuni, insomma, si parla di una rimasterizzazione che non avrebbe richiesto poi così tanti sforzi, rispetto al prezzo da sborsare per portarsela a casa.

«È davvero irrispettoso ma non sorprendente, quest’anno. Se vi siete comprati quei remaster di Final Fantasy, state autorizzando Square Enix e dovete dare la colpa a voi stessi» afferma su Steam un giocatore, in riferimento ai prezzi dei Pixel Remaster, a loro volta molto discussi.

Alcuni fanno notare che in questo caso parliamo di una rimasterizzazione vera e propria, rispetto al lavoro svolto con Final Fantasy, ma altri giocatori segnalano che il prezzo è comunque da ritenersi troppo alto non trattandosi di un remake vero e proprio.

Altri ancora sottolineano che a seconda della regione questo prezzo diventa ancora più alto, un altro dice «non sono per niente sorpreso dal fatto che abbiano scelto questo prezzo. Amo il gioco, ma non pagherò così tanto per il port di un port. La mia copia su PSP funziona perfettamente».

Anche sui social, andando fuori dalla community Steam, i perplessi non mancano. Su Twitter, un giocatore ha scherzato scrivendo che «a quanto pare, il piano finanziario di Square Enix per l’autunno 2022 è rapinare a mano armata i fan di Tactics Ogre».

Tra le altre cose, in diversi post i giocatori si sono detti anche molto perplessi dai filtri utilizzati per gli sprite dei personaggi, sollevando in qualche modo dei commenti negativi simili a quelli che vedemmo a suo tempo per il ritorno di Final Fantasy VI e il modo in cui aveva cambiato lo stile grafico dei protagonisti.

Difficile, comunque, immaginare che Square Enix possa tornare sui suoi passi, avendo identificato i 49,99 euro come prezzo ideale per il lancio di Tactics Ogre: Reborn.

La compagnia giapponese avrà una fine dell’anno particolarmente ricca di JRPG: come vi abbiamo raccontato giovedì, sono tante le opere – con ibridazioni più o meno evidenti – che ha in cantiere per gli amanti dei giochi di ruolo. La speranza, certo, è che tutte trovino il loro prezzo ideale senza tirare troppo la corda della passione dei fan.

Di recente anche The Last of Us – Part I (lo trovate su Amazon), rifacimento dell’originale, ha fatto molto discutere per il suo prezzo, con molti giocatori che ritenevano ingiustificati gli 80 euro al punto da definirlo «una truffa». Naughty Dog ha spiegato le motivazioni e il lavoro dietro questa operazione, ma alcune perplessità sollevate dai giocatori, in attesa del lancio di settembre, permangono.

Tactics Ogre Reborn è atteso per l’11 novembre su PC (Steam), PS4, PS5 e Nintendo Switch.