News 2 min

Halo Infinite è “ingiocabile”: fan infuriati per il crossplay obbligatorio

I cheater hanno invaso Halo Infinite: per i fan adesso è ingiocabile.

Il multiplayer di Halo Infinite si è dimostrato fin dal lancio estremamente popolare, aiutato soprattutto dalla sua natura free-to-play e dalla compatibilità con il crossplay.

Tuttavia, ultimamente i fan hanno iniziato a lamentarsi di quest’ultima feature, arrivando a lamentarsi che allo stato attuale il titolo disponibile su Game Pass Ultimate è diventato «ingiocabile»: colpa dei cheater, che al momento regnano incontrastati.

La percezione dei fan, dopo che hanno deciso di premiare ai TGA un titolo che non avevano neppure giocato interamente, sembra dunque essere improvvisamente cambiata a causa di una situazione difficile da sopportare.

Come riportato da TheGamer, nelle community online dedicate alla serie si stanno infatti moltiplicando le segnalazioni sugli imbroglioni, ormai sempre più comuni e diffusi nelle partite.

Il problema principale è che, almeno per il momento, 343 Industries ha scelto di non affidarsi ad alcun sistema anti-cheat di terze parti, rendendo dunque molto più difficile contrastare il fenomeno.

Di conseguenza, assistere a cheater che sfruttano aimbot, wallhack e altri tipi di trucchi sta ormai diventando una triste consuetudine per i giocatori che scelgono di giocare con crossplay attivo.

Un esempio di questi comportamenti è visibile nella seguente clip catturata dall’utente Reddit 0xVPN, con molti utenti che hanno subito commentato di aver subito anche loro gli stessi attacchi e di essere frustrati nel vedere che l’anti-cheat non sembri produrre alcun risultato:

B0oteeSweat7031 rage hacking, blatant cheating and aimlock. Halo Infinite. #cheating from haloinfinite

Normalmente, la soluzione che verrebbe consigliata sarebbe quella di disattivare il crossplay: tuttavia questa feature è obbligatoria, aumentando conseguentemente la frustrazione dei giocatori.

Sono ormai aumentati sempre di più gli utenti che reputano Halo Infinite allo stato attuale semplicemente ingiocabile: vedremo come 343 Industries deciderà di rispondere alle lamentele e a un fenomeno che non sembra volersi arrestare.

Inutile dire che si tratta di un ulteriore problema da risolvere per gli sviluppatori, già alle prese con le polemiche per l’impossibilità di rigiocare le missioni della campagna: 343 Industries ha promesso che si tratta di una soluzione temporanea.

Nel frattempo, un leak avrebbe svelato quale sarà il primo DLC della campagna: Microsoft si è infatti lasciata sfuggire quale sarà il nome scelto.

Se volete entrare nella next-gen di Microsoft e scoprire l’ultimo capitolo di Halo, su Amazon potete acquistare Xbox Series S a un prezzo speciale.