News 2 min

Hakimi dell’Inter si scaglia contro la TOTS di FIFA 21: “è uno scherzo”

Non tutti hanno gradito la nuova selezione di EA

La modalità Ultimate Team di FIFA 21 ha appena dato il benvenuto al Team of The Season, con una selezione di alcuni dei migliori giocatori del campionato italiano, ma qualcuno non ha preso bene le scelte di EA Sports.

Il simulatore calcistico è un vero e proprio punto di riferimento per tutti i fan dei titoli sportivi, attualmente in attesa del reveal ufficiale di FIFA 22, previsto il periodo estivo.

Nel mentre, Kiyan Prince, promettente giocatore del Quenn’s Park Rangers ucciso nel 2006 nel tentativo di sedare una rissa, ha fatto il suo esordio proprio in FIFA 21, testimoniando la sensibilità di EA riguardo al tema della violenza giovanile.

Se possedete un abbonamento a Xbox Game Pass e non avete ancora avuto occasione di provare la ventunesima edizione del franchise sportivo, adesso potete farlo gratuitamente grazie alle novità di maggio introdotte nel servizio.

In seguito alla condivisione del nuovo Team of The Season, un giocatore in particolare ha alzato la voce per esprimere il suo dissenso tramite i social network.

Si tratta di Achraf Hakimi, centrocampista dell’Inter che non ha preso bene la mancata “convocazione” nella lista nuova di zecca, in cui si aspettava con ogni probabilità di essere presente.

Il professionista ha comunicato le sue considerazioni in merito tramite il seguente tweet sul suo profilo ufficiale:

«È uno scherzo! Se avete qualcosa contro di me, ditemelo! È davvero assurdo… grazie EA Sports».

Il team vede al suo interno ben quattro calciatori della medesima squadra in cui milita attualmente Hakimi: si tratta di Lukaku, Lautaro Martinez, Skriniar e De Vrij.

A completare la nuova “formazione” hanno contribuito alcuni campioni provenienti da Milan, Juventus, Napoli e Atalanta, per un totale di quindici giocatori.

La mancata presenza nella prestigiosa iniziativa dedicata alla Serie A all’interno di FIFA 21 ha indubbiamente scontentato Hakimi, che non ha nascosto in alcun modo la sua insoddisfazione e il suo disappunto.

Ma non si tratta del primo campione a scagliarsi contro il franchise di FIFA: nel corso del 2020, Romelu Lukaku, attaccante dell’Inter (di nuovo), non aveva preso bene il rating totalizzato nel simulatore calcistico.

Lo stesso bomber nerazzurro aveva reagito, nel medesimo periodo dello scorso anno, con scarso entusiasmo alla mancata inclusione nel Team of The Season di FIFA 20, attribuendo la sua assenza a un brutto rapporto con EA Sports.

Per quanto riguarda il già citato FIFA 22, negli ultimi giorni si è fatta spazio un’indiscrezione (ancora priva di conferme ufficiali) secondo la quale la prossima iterazione del titolo calcistico vedrà la presenza della Serie A in esclusiva.

Se FIFA è la vostra passione, potete ricaricare i vostri FIFA Points acquistandoli comodamente su Amazon.