News 2 min

Dovrete giocare più volte Gotham Knights per vedere davvero tutto

Gli autori di Gotham Knights spiegano che, per via dei diversi protagonisti, una sola run non basterà per sapere tutto della storia.

Quando un gioco ha molteplici punti di vista – leggasi come protagonisti multipli – gli sceneggiatori possono sbizzarrirsi nel mostrare diverse prospettive su una vicenda. A quanto apprendiamo, è anche quello che succederà a Gotham Knights, l’atteso prossimo videogioco di Batman senza Batman, che si prepara al debutto del prossimo mese di ottobre.

Il gioco, prenotabile su Amazon e che di recente si è mostrato con un nuovo video a tema Harley Quinn, è stato protagonista di un’intervista con la rivista PLAY (thanks MP1st), con il game director Geoff Ellenor e il cinematic director Wilson Mui che hanno rivelato un aspetto interessante del fattore rigiocabilità: per vedere tutto quello che Gotham Knights proporràa livello di narrazione, servirà più di una run.

«Abbiamo creato quattro storie, non soltanto una» ha spiegato alla rivista il cinematic director, evidenziando come i diversi protagonisti offrano punti di vista differenti sulle avventure a Gotham.

Gotham Knights avrà diversi protagonisti

«È vero» ha confermato, ridendo, il director Ellenor. «È la verità! Ci saranno un sacco di cose che non vedrai, con un singolo playthrough. Questo perché ci sono tanti contenuti che sono legati alla percezione dell’eroe di quello che sta succedendo e di quello che è già successo».

Quando la rivista ha chiesto di spiegare un po’ i cambiamenti tra un eroe e l’altro, Mui ha spiegato:

«Da un punto di vista delle sequenze filmate, è stato molto molto complicato. […] A livello strutturale, avremo una scena molto simile che nel complesso ricade nello stesso flow per ciascuno personaggio, ma ognuno di loro ha una sua specifica versione.

Loro si muovono diversamente, parlano diversamente, hanno storie diverse con tutti gli altri personaggi: questo ci permette di creare una scena che sia la loro specifica versione di quel momento.

Se stai giocando con Batgirl, quella sequenza sarà la sequenza nella versione di Batgirl. Se stai giocando come Robin, allora sarà la versione di Robin di quella scena. Alcune sono piuttosto simili, ma ci saranno delle sottili differenze».

Insomma, sembra che gli amanti degli eroi DC avranno un po’ di pane per i loro denti e di sequenze da svelare, quando metteranno le mani su Gotham Knights. L’idea è quella di far adattare il flow del gioco – e di conseguenza, immaginiamo, le battute – a chi state controllando, quindi se volete sapere come Batgirl avrebbe reagito a un determinato combattimento dovrete magari giocare quella sequenza con lei.

Il gioco, vi ricordiamo, alla Gamescom ha modificato la sua data d’uscita, preparandosi al debutto del 21 ottobre prossimo su PC, PS5 e Xbox Series X. Tempo addietro venne annunciato l’addio alle console di vecchia generazione, di cui vi riferimmo le motivazioni nella nostra notizia.