News 2 min

Cartuccia SEGA venduta per oltre 400mila dollari: è un nuovo record

La cartuccia originale di Sonic the Hedgehog è stata venduta all'asta per più di 400mila dollari.

Ultimamente il mercato dei videogiochi da collezione sembra aver ricevuto un incredibile boom di vendite: non è ormai difficile scoprire come le cartucce preservate maggiormente dei più grandi videogiochi, come quelli Nintendo e SEGA, riescano a raggiungere cifre record.

Questa volta è stato il turno di Sonic the Hedgehog, sicuramente il titolo più significativo dell’intera collezione del storico SEGA Mega Drive: la cartuccia originale è stata venduta per 430.500$, stabilendo un nuovo record per la console.

Il successo delle cartucce è dunque arrivato a coinvolgere anche le altre storiche piattaforme del passato, dopo essersi prevalentemente diffuso tra i classici Nintendo.

In particolare, Super Mario Bros. ha raggiunto l’incredibile cifra record di 2 milioni di dollari: prezzi mai visti per un titolo del passato, seppur così famoso come lo storico titolo Nintendo.

L’asta si è tenuta sul noto sito Goldin Auctions, che ha ribadito come si tratti di un record assoluto per la console: nessun videogioco per Mega Drive aveva raggiunto cifre così incredibili (via Nintendo Life).

La cartuccia SEGA ha raggiunto una certificazione del valore 9.4 su WATA, una compagnia specializzata nella valutazione di videogiochi e che stabilisce in un punteggio numerico le condizioni del prodotto.

Un prodotto con una valutazione più alta raggiungerà dunque cifre più alte: tuttavia la vicenda sembra decisamente incredibile, al punto che perfino Yuji Naka, lo storico programmatore del primo capitolo, si è detto sorpreso.

Yuji Naka non ha inoltre voluto usare mezzi termini, sospettando che possa esserci qualcosa di poco chiaro:

«Questa è una truffa, giusto?»

Secondo lo storico co-creatore di Sonic the Hedgehog, non dovrebbe ancora essere arrivato il momento in cui la cartuccia possa raggiungere valori così elevati, nonostante in passato si siano visti casi ancora più clamorosi.

Molti utenti hanno effettivamente manifestato i propri sospetti nei confronti di questo nuovo ritrovato business del collezionismo videoludico, che ormai sembra essere diventato fuori controllo: ad ogni modo, rimane decisamente sorprendente quanti soldi un appassionato possa essere disposto a spendere per essere sicuro di possedere una parte importante della storia dei videogiochi.

Una vicenda simile avvenne anche per una copia sigillata di Skyrim, anch’essa venduta ad una cifra record senza un apparente motivo, nonostante in quel caso ci si sia fermati a «soli» 600 dollari.

Chissà come reagirà il publisher giapponese di fronte a questa notizia, che nel frattempo ha svelato un nuovo gioco di ruolo insieme ad Atlus.

A proposito di SEGA, sapevate che Final Fantasy VII rischiò di non uscire su PS1 proprio per «colpa» della casa di Sonic?

Se avete nostalgia dei giochi per Mega Drive, potete sempre recuperare l’ottimo Sonic Mania Plus a un prezzo speciale su Amazon.