News 2 min

Bungie starebbe lavorando a un nuovo gioco, ma c’è una brutta notizia

Secondo alcuni nuovi annunci di lavoro apparsi in rete, Bungie starebbe lavorando a un gioco live service non ancora annunciato.

Bungie ha riportato una serie di nuovi annunci di lavoro che sembrerebbero confermare che lo studio starebbe di fatto lavorando a un gioco live service non ancora annunciato.

Lo sviluppatore di Destiny 2, che trovate anche su Amazon a prezzo davvero molto interessante, non se ne starebbe con le mani in mano, quindi.

Ciò si ricollega alle precedenti informazioni secondo cui Bungie avrebbe di fatto in cantiere una serie di progetti non annunciati con Sony, di cui purtroppo al momento si sa davvero molto poco.

Ora, come reso noto anche da PSU, sembra che qualcuno abbia svelato un dettaglio relativo a uno dei giochi in sviluppo, un dettaglio che non farà certo la gioia degli amanti dei titoli single player.

Uno degli annunci di lavoro è relativo a un Systems Designer e menziona che il progetto sarà caratterizzato da «progressione, monetizzazione, eventi live e altro».

Anche il termine «duraturo» viene usato spesso negli annunci di lavoro per descrivere il nuovo progetto, anche se a questo punto non è dato sapere quale sarà il gioco, né tantomeno il suo titolo ufficiale.

Nel dicembre dello scorso anno, un annuncio di lavoro pubblicato dalla società suggeriva che Bungie stava lavorando a un titolo d’azione in terza persona mossa dal Tiger Engine.

Inoltre, recentemente è stato anche reso noto che Bungie starebbe lavorando alla rinascita della serie Marathon come sparatutto per tre giocatori.

Bungie, lo ricordiamo per quei pochi che non lo sapessero, fa ora parte di PlayStation Studios, essendo stata acquisita da Sony Interactive Entertainment nel luglio 2022.

Del resto, Sony non ha mai nascosto la volontà di sfruttare la nuova partnership per diventare più competitiva sul fronte live service, come dimostrato dalla nascita di una divisione apposita.

Ma non solo: il CFO Hiroki Totoki aveva tra l’altro ammesso che le due compagnie erano già al lavoro su più di 10 giochi entro il 2026, che poco non è.