News 2 min

BioShock, un miliardario vuole costruire la “sua” Rapture

La città di Telosa sembra essere un'utopia degna di Andrew Ryan

Bioshock è una saga che non ha certo bisogno di presentazioni, in grado in soli tre capitoli (più un quarto apparentemente in lavorazione) di appassionare una miriade di giocatori.

Considerando l’eccellenza della prima trilogia è naturale che il prossimo BioShock 4 sia in cima alla lista dei titoli più attesi, tanto che il publisher Take-Two lo sa molto bene.

Il prossimo capitolo della saga dovrà infatti tenere in considerazione la potenza della next-gen, visto e considerato che le ultime indiscrezioni mirano proprio in direzione di PS5.

Il quarto episodio dovrebbe infatti essere un open world, con vere e proprie side quest e una storia dal forte impatto emotivo.

Ora, però, sembra che qualcuno si sia spinto veramente oltre: il miliardario ed ex dirigente di Walmart Marc Lore ha condiviso la sua visione per la costruzione di una nuova città in America, dal costo di ben 400 miliardi di dollari.

CNN (via IGN USA) riporta che la nuova città, chiamata Telosa, è stata progettata per essere una metropoli sostenibile situata in un deserto da qualche parte negli Stati Uniti.

Al momento, gli urbanisti starebbero considerando di tirarla su in Nevada, Utah, Idaho, Arizona o Texas.

I residenti potranno raggiungere il luogo lavoro, la scuola o qualsiasi altra cosa di cui abbiano bisogno entro 15 minuti. L’obiettivo è infatti quello di rendere Telosa eco-friendly, con energia e acqua sostenibili.

Al centro di tutto troviamo inoltre la cosiddetta Torre Equitism, un grattacielo progettato per essere “un faro per la città”.

Il piano rivela inoltre che la città alla fine crescerà fino a 150.000 acri, sostenendo 5 milioni di persone. Per portare a compimento il progetto serviranno però ben 40 anni, mentre la prima fase richiederà apparentemente 10-20 anni per sostenere 1 milione di persone.

Inutile dire che, sulla carta Telosa appare tremendamente simile alla città sommersa di Rapture vista nel primo BioShock, un’utopica città sottomarina progettata per aiutare la società a prosperare.

Tuttavia, i sostenitori di Telosa (così come lo stesso Marc Lore) non sembrano volere abbracciare la filosofia di Andrew Ryan.

Avete già visto anche che qualcuno ha deciso di ricreare il primo, indimenticabile capitolo sfruttando la potenza dell’Unreal Engine?

E che in BioShock Infinite, ultimo episodio della serie, ci sarebbero oltre 300 dialoghi dei nemici presumibilmente inutilizzati.

Infine, nelle ultime settimane sono emerse anche alcune particolarità sul BioShock originale, come ad esempio lo spaventoso volto del Big Daddy senza elmo.

Se siete appassionati di BioShock, potreste voler acquistare il libro ufficiale Da Rapture a Colombia.